Da Papadopulo a Guidolin, tutti i particolari ritiri rossoblù

Da Papadopulo a Guidolin, tutti i particolari ritiri rossoblù

L’ultimo ritiro risale al 2014

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

L’ultimo vero ritiro anticipato rossoblù risale al marzo 2014, a guidare il Bologna che di lì a due mesi sarebbe precipitato in B, c’era Ballardini.

Dopo il ko col Livorno (1-2) all’Ardenza il club decide di portare per per un paio di giorni la squadra a Coverciano, soluzione poi bocciata dal vice di Ballardini, Carlo Regno: “Abbiamo trovato campi peggiori di quelli di Casteldebole, pensiamo alle cose serie…”. Il ritiro però servì, infatti la domenica successiva i rossoblù batterono il Cagliari al Dall’Ara con un gol di Christodoulopoulos. Nel 2009 ci fu quello di Giuseppe Papadopulo. Allenatore vecchio stampo, quando ad aprile il toscano fu chiamato a rilevare l’esonerato Mihajlovic la squadra trasferì per l’intera settimana il suo quartier generale alla Borghesiana, a Roma. Ma i risultati non migliorarono, perché al debutto al Barbera il Palermo infierì per 4-1. Particolare fu invece l’esperienza con Francesco Guidolin, quando nell’aprile 2003 un Bologna umiliato (1-5) sul campo del Como prima della trasferta di Perugia fissò il ritiro ‘punitivo’ in una lussuosa spa alle porte del capoluogo umbro, con tanto di bosco romantico.

Fonte: Carlino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy