“Da consumarsi entro il 30 giugno 2015”. Un’ intera squadra in scadenza contrattuale

“Da consumarsi entro il 30 giugno 2015”. Un’ intera squadra in scadenza contrattuale

Le dichiarazioni rilasciate da Casarini ( “Il prossimo anno al 99% sarò da un’altra parte”) hanno aperto in casa Bologna il capitolo relativo alla situazione contrattuale dei giocatori presenti in rosa. Il dato che salta maggiormente all’occhio è che c’è un’intera squadra in scadenza, ci sono cioè 14 giocatori (più l’allenatore) che, tra prestiti o a fine contratto, come ha riportato Stadio, si trovano in una situazione di incertezza. 

Scadenza 2015. Il 30 giugno 2015 scadono i contratti di Pazienza, Perez, Coppola, Da Costa, di Casarini appunto, e del trentaquattrenne Matuzalem. Perez e Pazienza se ne andranno a fine stagione. Cacia, così come Rossi, vedrà rinnovato il contratto solo in caso di serie A. 

Situazione prestiti. Quattro titolari come Kristicic, Sansone, Buchel e Laribi sono in prestito con diritto di riscatto.  Kristicic e Sansone dalla Sampdoria, Buchel dalla Juventus e Laribi dal Sassuolo. In prestito anche Bessa, Trioanello e Improta, con gli ultimi due pronti al rientro alla base, rispettivamente a Palermo e a Genoa. 

Per Mbaye, arrivato al Bologna via Inter, verrà esercitato un riscatto obbligatorio solo in caso di A.

Scadenza 2016. Scadranno nel 2016 i contratti di due giocatori da tempo fuori rosa come Abero e Garics, e quello dell’infortunato Zuculini. 

Scadenza 2017. Si allunga il tempo della scadenza contrattuale per Oikonomou e Acquafresca, per Ceccarelli, per i giovani Maietta e Ferrari e per Mancosu il quale a gennaio aveva firmato un triennale.

Per Gastaldello, che a seguito dell’infortunio tornerà disponibile verso metà ottobre, la scadenza è prevista per il 30 giugno 2018.

Ora, come piace dire ai calciatori, “daranno tutto fino alla fine”, poi chissà. 

C’è un’ intera squadra che balla, con un piede in rossoblù e l’altro fuori. Possibile che questa incertezza, che un numero così elevato di giocatori che “chissà dove saranno il prossimo anno” abbia influito nelle motivazioni degli stessi? Una cerchia molto ampia di calciatori in prestito, calciatori che non si sentono pienamente bolognesi, può essere una causa delle prestazioni prive di carattere fornite durante gli ultimi mesi?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy