Cotti: “Destro in ritiro ha lavorato sodo”

Cotti: “Destro in ritiro ha lavorato sodo”

Ospite telefonico di Quasi Gol, il collega di ha affrontato tutti i temi più caldi legati al momento del Bologna.

Un bilancio del ritiro: “E’ stato un ritiro mix tra tradizione e futuro. Donadoni ha mixato lavoro atletico e lavoro tattico. Corsa nel bosco a 1800metri, è stata una preparazione tradizionale trattando i calciatori da esseri umani. Poi c’è stato il giallo Diawara che ha sconvolto tutti quanti unito al ritardo di Mattia Destro. Il bomber ha lavorato con Chinnici, è stato il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare via, si è impegnato tanto e il Bologna ha palesato una cosa chiara: il problema del gol”.

Ancora Cotti: “Non conoscevo Di Francesco, è un giocatore esplosivo che punta l’uomo e che ricorda vagamente Giaccherini. Anche Verdi è una bella sorpresa. La squadra è una buona realtà, con tanti giovani e tante scommesse ma Donadoni vuole da qui all’inizio del campionato due certezze. Il mister si aspetta un rinforzo per reparto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy