Costacurta: “Donadoni un re agli occhi dei calciatori, non so perché il Milan gli abbia voltato le spalle”

Costacurta: “Donadoni un re agli occhi dei calciatori, non so perché il Milan gli abbia voltato le spalle”

Le parole di Billy Costacurta

Lunga intervista sulle pagine del Corriere di Bologna per l’opinionista di Sky Alessandro Costacurta. Oggetto della chiacchierata: Roberto Donadoni. Con lui Costacurta ha vinto tutto da giocatore nella straordinaria epopea del Milan degli anni ’90. Ecco le parole di Billy:

“Come ho sempre detto, Donadoni per me è ‘osso’. Quando andava a caccia del pallone aveva una determinazione che ho visto solo nei cani quando vedono l’osso. So che ce l’ha anche ora, Roberto ha raggiunto quella serenità che lo rende un re agli occhi dei suoi calciatori”. Per quanto riguarda il suo lavoro a Bologna, Costacurta dice: “Non fraintendetemi ma è un miracolo, il Bologna di oggi è la perfezione. Uno guarda i rossoblù e dice ‘mamma che squadra’, è come se Roberto avesse sotterrato tutte le paure. Sono giovani ma hanno una personalità che non può derivare dalla loro storia”.

Ancora sul lavoro di Donadoni: “Quando i giocatori si rendono conto di quello che possono fare a volte riescono anche a fare di più. Significa che allenatore e squadra sono un corpo unico”.

Chiusura inevitabile sul Milan, su una possibile chiamata e sul perché i rossoneri non abbiano mai puntato su Donadoni: “Non me lo spiego come il Milan gli abbia voltato le spalle, è uno dei migliori allenatori italiani. E’ stata data una panchina a Seedorf, Inzaghi e Mihajlovic ma non a Donadoni. Mi sono fatto l’idea che ci sia stato qualcosa tra Donadoni e Berlusconi o tra Donadoni e Galliani. Un motivo deve esserci”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy