Costa: “Il problema del Bfc è avere un presidente lontano dalla città”

Costa: “Il problema del Bfc è avere un presidente lontano dalla città”

Diego Costa ha parlato della settimana del Bfc e della situazione di Inzaghi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Diego Costa è intervenuto durante la trasmissione “Fire and Desire” in onda su Radio 1909, commentando le ultime novità riguardanti il Bologna.

Sull’ultima settimana rossoblù: “Avrei fatto volentieri a meno di tutto questo caos. La dichiarazione che ha scatenato tutto è quella di Bigon, che ha dichiarato che nulla era sicuro al 100%. In quelle circostanze non è facile parlare, perché c’è da tenere in conto la volontà del presidente. Il problema vero del Bologna è avere un patron che non è qui presente”.

Sulle parole di Inzaghi su Instagram: “Noi non siamo gufi come scrive lui, è la situazione che ci rendi tali. Ottenendo questi risultati non può pretendere più di tanto riguardo l’atteggiamento della piazza”.

Sulla partita di Empoli: “Mi sono chiesto i voti delle pagelle del giorno dopo perché fossero quelli, sicuramente sono stati frutto della delusione del risultato. Nagy ha fatto la miglior partita da quando è al Bologna, ad esempio. Lui è uno di quelli he sta cambiando registro, anche grazie a Pulgar, che potrebbe essere uno dei sacrificati nel mercato di gennaio. Krejci? Dal punto di vista della reattività è migliorato leggermente, ma la migliore azione fatta in partita ha spalancato le porte al gol dell’Empoli”.

Sulle sostituzioni: “Il problema è che gli innesti dalla panchina non alzano la qualità della squadra”.

Sulla posizione di Inzaghi: “Se si perde col Milan si torna punto e a capo. Mi auguro che questa settimana serva alla società per capire cosa fare nel caso in cui si dovesse subire un’altra sconfitta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy