Corvino: “Servono giocatori che ci consentano di mantenere la categoria”

Corvino: “Servono giocatori che ci consentano di mantenere la categoria”

A Bologna prosegue imperterrita la programmazione per la nuova stagione. Ora che il primo obiettivo della nuova proprietà, il ritorno in A, è stato raggiunto è necessario porre le basi per rimanere nella massima serie e cominciare a pensare sempre più in grande. Come? Allestendo una rosa da serie A. A tal proposito, nella giornata di ieri, hanno parlato alcuni dirigenti rossoblù, senza far tuttavia trapelare troppe indiscrezioni.

Queste le parole di Fenucci ieri in visita dal sindaco: ”Sarà necessario l’acquisto dei giocatori adatti al gioco di Rossi. Ancora non siamo nella fase dei nomi, perchè il primo obiettivo è il restyling del Dall’Ara”. L’amministratore delegato passa poi a raccontare quelli che sono stati il momento più difficile e quello più bello che hanno accompagnato la lunga stagione nella serie cadetta: ”Il momento più difficile è stata la decisione di esonerare Lopez, che comunque va ringraziato per quanto ha realizzato con noi. Mentre il momento più bello è la soddisfazione per aver regalato subito la serie A a questa città, con la quale si è creata immediatamente una speciale empatia.”

Il DS Corvino entra un po’ di più nel dettaglio riguardo mercato in entrata e in uscita, senza comunque fare nomi: ”Tra i prestiti che tornano e i giocatori da piazzare dovremo attivarci per lavorare in uscita su circa trenta giocatori. Non sarà facile perchè nello stesso momento dovremo cercare di lavorare su uomini che ci consentano di mantenere la categoria, che rimane il primo obiettivo”. Poi alcune riflessioni sulla stagione appena terminata, e propositi per la prossima: ”Non ho mai perso la speranza, anzi ogni giorno in più aumentava la convinzione che non avremmo potuto fallire. Questo era l’obiettivo che ci eravamo dati per il lavoro e le risorse che sono state messe dalla proprietà. La serie A invece è tutto un altro mondo, dovremo prepararci al meglio perchè dobbiamo conservarla per poi crescere ed arrivare ad ottenere grandi risultati”. Per quanto riguarda la panchina non vi sono dubbi che il tecnico sarà ancora Delio Rossi: ”Era nel contratto e ne siamo convinti.”

Infine Di Vaio riguardo la programmazione della nuova stagione, ha parlato così: ”L’obiettivo è rimanere in A, qualche buon giocatore va preso e sono certo che Corvino saprà fare egregiamente il suo mestiere”. Sulle voci di un possibile ruolo di vicepresidente, invece il bomber sorvola così:” Sono cariche per chi ha sessant’anni. Tra qualche anno, magari, potrò crescere di livello”. Infine un elogio al pubblico rossoblù, con il quale ha un rapporto speciale: ”E’ stato straordinario”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy