Corvino su Donadoni: “Matrimonio a gonfie vele”

Corvino su Donadoni: “Matrimonio a gonfie vele”

Una delle pedine più importanti, che hanno reso possibile tale rivoluzione in casa Bologna, è sicuramente lui, il Ds sportivo Pantaleo Corvino. Corvino in tutti questi anni è sempre riuscito a dimostrare alle società che lo hanno ingaggiato di che pasta sia fatto. Anche qui al Bologna, dove è arrivato da appena un anno, ha già potato a termine 40 operazioni, tra acquisti e cessioni, e di certo i buoni frutti non mancano.

Com’è andato il suo primo anno da Direttore Sportivo del Bologna F.C.? Viene domandato a Corvino durante un’intervista al Resto del Carlino. Lui risponde, con aria soddisfatta: “La proprietà ci ha chiesto tre traguardi: il ritorno in Serie A, una salvezza tranquilla e un incremento del ricavo”.

Eppure, nonostante i suoi ottimi risultati, ci sono stati recentemente rumors che hanno accostato il nome di Sabatini come futuro Direttore Sportivo del Bologna, Corvino risponde: “Li ho sentiti anche io e non mi hanno fatto piacere. Mi ha chiamato Saputo e tre anni e mezzo di contratto non me li sono fatti io”.

Pantaleo Corvino in questi giorni si trova a Milano per concludere alcune trattative “low cost”. Nonostante ci siano stati sia l’arrivo di Floccari, e di Zuniga il mercato può sempre riservare sorprese inaspettate, di fatti pur se il mercato per il Bologna potrebbe considerarsi concluso da un po’, come si suol dire “mai dire mai”, ma come lui stesso ha affermato: “Non si può fare tutto e subito ed è sbagliato puntare troppo sul mercato invernale, che è breve ed insidioso. Mi chiedono sempre chi compriamo. Calma: mi pare che Saputo in un anno ne abbia messi abbastanza. I prossimi li terrei per il mercato estivo.”

A proposito di mercato… Ramirez è stata una di quelle trattative dove è stata tirata un po’ troppo la corda, e poi ha finito per spezzarsi. Cosa ne pensa uno come Corvino con così tanta esperienza alle spalle della trattativa sfumata? Poteva essere un calciatore fondamentale per questo Bologna. “No, Ramirez è uno dei tanti. Non ha dato lo stesso peso alle cose che interessano al Bologna FC, non ha capito il nostro progetto.” Infine, il Ds e l’allenatore dovrebbero avere un certo “feeling” tra loro, per cercare di realizzare il più possibile il progetto societario. Che rapporto ha con Donadoni li viene domandato, e Corvino risponde: “Direttore e tecnico devono fidanzarsi e poi sposarsi. Questo matrimonio mi piace tanto: sarebbe un peccato divorziare da uno così.”

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. 12345678 - 1 anno fa

    Conosco da tempo immemorabile il “modus operandi” di “Dio” Corvino, essendo da sempre un
    suo estimatore, e, leggendo riguardo il matrimonio con Donadoni,interpreto come molto probabile un divorzio a fine stagione…Milan…
    Peccato.
    DANIELE

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy