Corvino e le trattative di gennaio

Corvino e le trattative di gennaio

Le mosse di Pantaleo Corvino nel mercato di gennaio per rafforzare la rosa a disposizione di Donadoni.

di Amos Segal

In queste fredde giornate di gennaio, sono i colpi di mercato a tener calda l’atmosfera del calcio e Pantaleo Corvino, direttore sportivo del Bologna, si sta muovendo con accortezza nel grande labirinto delle trattative tra giocatori, procuratori e club.

Dalle colonne del “Corriere dello Sport – Stadio”, il nome nuovo è quello di Blerim Dzemaili, il quale è finito ai margini della rosa genoana a causa degli infortuni e delle scelte dell’allenatore. Finora con il Grifone ha collezionato 11 presenze con due reti, contro Milan e Atalanta.

Fisicamente e tatticamente, ha le caratteristiche giuste per il gioco impostato da Donadoni, potendo ricoprire ruoli sia in mediana che nella trequarti, in più è anche un valido elemento sotto porta.

Ma non è tutto qui, vi sono altri obiettivi nel mirino di Corvino, che sta valutando anche Mati Fernandez, centrocampista della Fiorentina (in Italia dal 2012) sul quale, però, ha messo gli occhi anche la Samp di Vincenzo Montella.

Rimanendo in tema di giocatori sudamericani, c’è anche l’italo-argentino Josè Mauri, un giovanotto di 19 anni che al Milan non ha ancora giocato una partita e che Donadoni ha avuto modo di esaminare negli anni di Parma.

Ultimo, ma non meno importante, c’è Pedro Obiang, in forza agli inglesi del West Ham dopo cinque anni in blucerchiato (con i genovesi ha giocato dal 2010 al 2015): il centrocampista spagnolo di origine equatoguineane premerebbe per tornare in Italia.

Per quanto concerne, invece, la trattativa per il ritorno di Gaston Ramirez a Bologna, la situazione sembra essersi arenata sulle pretese dell’agente Pablo Betancourt.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy