Corazza: “Valuteremo Valencia per il Viareggio. Masina? Ecco la sua storia”

Corazza: “Valuteremo Valencia per il Viareggio. Masina? Ecco la sua storia”

Le parole del responsabile del Settore Giovanile del Bfc a Made In Bo

Ospite di Made in Bo su Radio International, il responsabile del Settore Giovanile del Bologna ha risposto alle domande del Tosco e degli ascoltatori.

Si parte dal Viareggio, il Bologna è iscritto: “Parteciperemo con buoni propositi, cercheremo di fare bene – ha affermato – L’anno scorso abbiamo fatto molto bene perdendo solo dalla Juve. Partita dopo partita ci sono stati tanti infortuni che ci hanno penalizzato. Valencia? E’ prematuro parlarne perché è appena arrivato, però ha l’età per fare il Viareggio. Faremo le dovute considerazione a ridosso del torneo. Il ragazzo è forte, ha delle qualità ed è un giocatore in ottica Prima Squadra”.

Ancora Corazza, stavolta sulla storia di Adam Masina: “Ricordo molto bene come è rientrato da noi, dovevamo decidere se fare o meno il contratto. Dopo qualche allenamento decidemmo, per fortuna è andata così altrimenti sarebbe andato al Mezzolara perché avevamo già parlato col direttore sportivo. Spesso andava in tribuna per il fatto che avevamo quattro 1994 ma potevano giocare in tre, lì è stato bravo a non mollare. I ragazzi bisogna aspettarli, serve pazienza, è questo il segreto quando si fa Settore Giovanile. Quando andai a Lione, visitando una grande realtà internazionale, mi dissero che stavano proprio seguendo Masina”.

Un commento su Diego Perez, collaboratore di Magnani nella Primavera: “Perez per noi è una risorsa importantissima, lavora non solo sul campo ma fornendo anche la sua esperienza ai ragazzi, se qualcuno dei nostri diventerà un giocatore di livello il merito sarà anche suo”.

Gli viene chiesto se l’arrivo due anni fa da Corvino ha cambiato le metodologie di lavoro nel Settore Giovanile: “L’avvento di Corvino non ha stravolto la metodologia, lui ha solamente iniziato un percorso leggermente diverso, pretende una selezione più importante nelle categorie dei piccoli. Adesso i giocatori devi cercare di prenderli il prima possibile e non bisogna fare selezioni troppo esasperate e precoce perché si rischia di illudere e anticipare troppo l’agonismo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy