Corazza: ” Siamo un tassello importante per Saputo. Borini ? Si spera… ”

Corazza: ” Siamo un tassello importante per Saputo. Borini ? Si spera… ”

Il responsabile del settore giovanile rossoblu ospite su Radio Bologna Uno

Siamo così strutturati con dai 5 ai  12 anni la Scuola Calcio, e dai 12 in su allestiamo le varie squadre agonistiche dove seguiamo sempre la crescita dei ragazzi giorno dopo giorno. Si cerca di sbagliare il meno possibile: la cosa più difficile è intravedere le prospettive, ma acquisti da fuori se ne fanno solo di fronte a capacità importanti e di rilievo”:  così Corazza presenta il lavoro a livello giovanile del club.

Ribadendo: ” Abbiamo 30 mister, con lo stesso metodo fin dai piccoli, per vedere un’evoluzione fino alla Prima Squadra. Siamo certamente un tassello importante del progetto Saputo’‘.

E di nomi importanti già ce ne sono: ” Ferrari e Masina sono in prima squadra, quest’ultimo è un caso particolare è maturato un po’ tardi come ragazzo. Okwonkwo dimostra la sinergia con la Prima squadra, Donadoni ha deciso di portarlo su dove ha trovato il favore dei tifosi. Fa degli allenamenti impressionanti. Tabacchi? Ci si punta, è stato deciso di fare un percorso più lungo, ma è una bella prospettiva. Sala sta facendo un bel percorso a Mezzolara: la serie D è un’ottima palestra ”.

Interpellato su Borini che andò in Inghilterra, Corazza punzecchia la punta emiliana: “Il Chelsea lo prelevò e ci fu un indennizzo Uefa. Si spera sempre che ci sia un legame più forte quando cresci un ragazzo. Non è detto sia stata la scelta giusta: penso che in quelle squadre bisogni andare quando si è Top Player”.

Infine una importante lezione per i giovani: ” Il consiglio che do sempre è quello di vedere l’approdo in Prima Squadra come un punto di partenza e non d’arrivo. Bisogna essere affamati”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy