Coppa Italia, Inter e Bologna ricordano Weisz

Coppa Italia, Inter e Bologna ricordano Weisz

Stasera Inter e Bologna, impegnate al Giuseppe Meazza nei quarti di finale di Tim cup ricorderanno Arpad Weisz.

L’Inter e il Bologna dicono NO al Razzismo, lo fanno dedicando una gara a Weisz che era ungherese ed ebreo. Il già citato Weisz, ex di entrambe le squadre, è stato protagonista di due scudetti con il Bologna e uno con i nerazzurri dove scopre un giovanissimo Meazza. Nel 1938 le leggi razziali lo obbligano a scappare, prima Parigi, poi Dordrecht, in Olanda. Il campo da calcio della piccola Dordrecht non è il meglio ma può andare, fino a che il buio non inghiotte del tutto il nome dei Weisz. Arpard e tutta la sua famiglia trovano la morte nel campo di concentramento di Auschwitz, lui muore per consumazione e disperazione dopo aver perso moglie e figli uccisi dal gas nazzista. Stasera le squadre scenderanno in campo indossando una maglia con l’immagine di Weisz e la scritta ‘no al razzismo’.  Weisz fu un innovatore del calcio e con le sue idee lo rivoluzionò, quindi Inter e Bologna gli dedicano il giusto tributo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy