Constant: “Bologna? Mi avevano detto delle cose, poi…”

Constant: “Bologna? Mi avevano detto delle cose, poi…”

Le parole dell’ex terzino rossoblù

 

Se proprio vogliamo dirla tutta, Kevin Constant, le sue migliori stagioni le ha giocate a Verona sponda Chievo: qualche era fa ormai. Purtroppo (per lui ovviamente), quando gli è stato chiesto di alzare un po’ di più la famosa asticella, il buon Kevin ha sempre toppato. Genoa, Milan, Trasponzspor, Bologna, niente, il difensore francese non è più riuscito a trovare quella continuità che dal 2010 al 2012 lo proiettarono nell’ Olimpo del calcio che conta.

Sotto le Due Torri Kevin Constant è ormai un lontano ricordo, una cartolina ingiallita che nessuno vuole più rispolverare. Se qualcuno si chiedesse dove (Constant) “lavora” attualmente, la risposta è semplicissima: svincolato. Dopo mesi di silenzio e di oblio, il giocatore francese naturalizzato guineano è finalmente uscito allo scoperto e ha ricominciato a parlare (togliendosi qualche sassolino dalla scarpa), anche della sua avventura sotto l’ombra del Nettuno: “Non ho giocato molto, ma sul mio impiego si dovrebbe chiedere a Donadoni – ha affermato Constant a TMW – Quando sono arrivato mi sono state dette delle cose che poi non sono state rispettate. Detto questo, mi sono trovato bene con tutti. Diawara? Si è sempre comportato da professionista, non ha mai litigato con nessuno e la società si è comportata bene con lui. Gli faccio un grosso in bocca al lupo perché ha grande talento”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy