Colomba: “Ora deve uscire lo spirito di gruppo”

Colomba: “Ora deve uscire lo spirito di gruppo”

L’ex allenatore rossoblù Franco Colomba sa come si gestisce una situazione di pressione, di difficoltà, soprattutto: ha già in passato più di una volta lottato per la salvezza. Il tecnico, intervistato dal Carlino, ha analizzato la situazione del Bologna, confermando il fatto che la ripresa passa dagli uomini più esperti dello spogliatoio: “Serve la collaborazione di tutti, specialmente dei giocatori più esperti – ha affermato Colomba – in un momento come questo deve uscire lo spirito del gruppo e il carattere dei giocatori. Tocca a Mirante, Gastaldello, Destro, Brienza, Rossettini”. Per Colomba, comunque, non è vero che non ci si salva con i giovani: “La mia Reggina, per fare un esempio, aveva una banda di ventenni, Pirlo, Baronio, Kallon, poi i ragazzi sconosciuti come Bogdani, Oshadogan, Cirillo, Possanzini, Belardi, tutti poi hanno fatto carriera. Stagione rischiosa, ma ci salvammo bene”. Può farcela anche il Bologna: “Ha talenti dal futuro assicurato, poi credo che il Bologna abbia fatto vedere cose discrete e forse la classifica non rispecchia il vero valore. Quando sei ultimo però arrivano i musi lunghi e la tensione. Quando la squadra ritroverà tranquillità verranno fuori anche i giovani. Hanno di bello che seguono gli allenatori, assorbono tutto. In questo caso hanno un bravo allenatore che è Rossi”. Anche il fatto che ci sia una società ricca forse ha alzato le aspettative per Colomba: “Non è più come in passato che se ti salvavi andava bene e se non ce la facevi era uguale. Con la nuova società è un obbligo, chi ha le spalle più larghe deve fare un passo avanti e proteggere gli altri”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy