Claudio Beneforti: “Corvino rimarrà”

Claudio Beneforti: “Corvino rimarrà”

Claudio Beneforti commenta la situazione del Bologna

Claudio Beneforti, giornalista del Corriere di Bologna, interviene a fronte della partita con il Palermo ai microfoni di Quasi Gol: “Il Bologna non si deve rilassare, è una partita molto rischiosa, sicuramente il Palermo sta vivendo una situazione di difficoltà però il gioco del calcio è fatto di episodi e penso che anche il Palermo ha un orgoglio. Per questo servirà il Bologna di Sassuolo e Udine, più attento rispetto a quello di Frosinone. A Palermo devi andare con l’atteggiamento e spirito giusto, se vai con questi concetti la partita la fai, non contano i numeri ma l’atteggiamento. Io penso che piano piano troveranno posto anche quelli che finora hanno giocato meno”.

Sulla possibile maglia da titolare per Brienza: “I nostri colleghi ne parlano, ma personalmente non lo so, mi attengo a quello che scrivono, probabilmente hanno capito che potrebbe giocare”.

Guardando al futuro: “Bisogna continuare così, l’Europa non è raggiungibile, il Bologna deve continuare con questo passo, potrà arrivare settimino davanti la Lazio e il Sassuolo, dobbiamo essere realisti, già raggiungendo il settimo posto, il Bologna ha vinto la sua Champions League, sarebbe il massimo”.

Sulla squadra: “Io ho sempre sostenuto che le colpe della squadra erano dell’ allenatore che non comunicava, Delio Rossi ha capito poco, e soprattutto non ha comunicato con i giovani. Donadoni invece, sembra essere l’allenatore giusto e bravo”.

Corvino e Donadoni, secondo Beneforti, rimangono entrambi: “Corvino ha il contratto fino il 2018, nessuno lo manderà via visto i risultati, su Donadoni, ad oggi, non c’è nessuna nuvola sul suo spicchio di cielo, e se fra un mese arriverà il Milan, Donadoni si metterà a sedere con Saputo e insieme decideranno il da farsi. Ma adesso il Milan non sta pensando a Donanoni, se poi più avanti si concretizzerà e se Saputo riterrà giusto cambiarlo, ne troveremo un altro altrettanto bravo, l’importante è che rimanga Saputo”.

Per il prossimo anno: “Il Bologna per rafforzarsi ha bisogno solo di due o tre giocatori, un bravo giocatore per reparto, ma poi si vedrà . Non è giusto fare nomi in questo momento, Saputo saprà valutare bene”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy