Civolani: “Mi auguro che i giocatori in campo si parlino”

Civolani: “Mi auguro che i giocatori in campo si parlino”

Gianfranco Civolani interviene a “Quasi Goal”, parlando del Bologna e della Virtus che stanno attraversando un momento difficile.

Sull’apparizione di Pantaleo Corvino a Casteldebole, Civolani afferma: “Corvino sta trepidando per la salvezza perchè il Bologna è anche ‘figlio suo’, se il Bologna si salverà dopo bisognerà cercare di fare una squadra buona per l’anno prossimo e quindi siamo in attesa di sapere chi prenderà i giocatori e se sarà capace di fare sì che non facciano 37 punti bensì 42“.

Sull’impegno di domenica pomeriggio con il “Grifone” allenato da Gasperini, dice: “Mi auguro che i giocatori in campo si parlino, che il Genoa sia morbido, dicendogli: ‘Se avete preso 4 gol dal Carpi, prendetene 2 da noi, segnandone uno’ “.

Passando dal calcio alla pallacanestro, si sofferma sulla Virtus e fa quest’analisi: “La situazione delle Vu nere è orribile, ma c’è un margine per salvarci; non so se la Virtus si salverà, ma se non va il LegaDue quest’anno ci va il prossimo, a meno che non cambino tante cose: il problema non è solo immediato, non ci sono prospettive perchè la Virtus possa migliorare“.

Conclude, infine, con questa nota importante: “Deve cambiare tutto, ma oggi non ci sono i presupposti perchè possa accadere“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy