Civolani: “Prendere uno che faccia gol”

Civolani: “Prendere uno che faccia gol”

Gianfranco Civolani, intervenuto a “Quasi Goal”, parla del Bologna, della Virtus e dell’Europeo in dirittura d’arrivo.

Sul ruolo dell’allenatore nella costruzione della squadra, Civolani dice: “L’allenatore non deve decidere per la squadra, deve farlo la società, però nel Bologna decidono Donadoni, Di Vaio e il direttore sportivo“.

Sui nomi di giocatori come probabili acquisti, il “Civ” si esprime così: “Mai Osvaldo, mai Cassano, Radovanovic a Bologna può dare il 40%; nel Chievo tutti giocano al 100%, chi ci va sa già che darà il meglio della sua carriera“.

Sulla squadra vincitrice della fase finale dell’Europeo, che inizierà a breve, Civolani fa il suo “pronostico”: “Forse lo vince la Francia, che gioca in casa e ha Didier Deschamps che è un grande allenatore; forse il Belgio, forse la Germania oppure la Polonia“.

Sulla pallacanestro, invece, questo è il suo punto della situazione in casa Virtus: “Non trova i soldi per l’iscrizione al campionato, se non arriva qualche paperone: via i gruppi, o li porta un paperone, non necessariamente Zanetti, va bene anche Taco. Oggi la Virtus si prende a prezzo stracciato“.

Concludendo parlando ancora di calcio, questo è quanto affermato sul mercato del Bologna: “Giuseppe Rossi non se ne parla neanche, anche se sembra essersi rimesso in sesto: non oso sperare Sansone, dobbiamo riuscire a tenerci Giaccherini e Destro, anche Floccari e poi prendere uno che faccia gol“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy