Civolani: “Donadoni allenatore di valore, Saputo sta prendendo in mano la situazione”

Civolani: “Donadoni allenatore di valore, Saputo sta prendendo in mano la situazione”

Intervenuto alla trasmissione “Quasi Gol”, Gianfranco Civolani ha commentato il sempre più probabile avvicendamento fra Rossi e Donadoni, che dovrebbe essere annunciato ad ore.

Intervenuto alla trasmissione “Quasi Gol”, Gianfranco Civolani ha commentato il sempre più probabile avvicendamento fra Rossi e Donadoni, che dovrebbe essere annunciato ad ore: “Delio Rossi sarebbe dovuto essere allontanato molto prima, subito dopo la promozione di giugno. Le prime partite hanno immediatamente evidenziato la pochezza della squadra e l’incapacità dell’allenatore di trovare l’assetto giusto o di cambiare l’andamento delle gare attraverso dei cambi adeguati. I giocatori non remavano contro, ma non sembravano neanche dare l’anima per il loro mister. Rossi se ne va da milionario, lasciando il Bologna, a cui non ha dato niente di suo, in una situazione difficile. Al suo posto dovrebbe arrivare Donadoni? Bene sono contento, mi ricorda Pioli, anche se con due squadre con valori completamente diversi. Roberto è un allenatore completo, molto sottovalutato dai media per il suo carattere introverso. Le mie prime scelte sarebbero state Montella, Mazzarri e Spalleti; non potendo firmare uno dei tre, il mister ex Parma è l’ideale per i rossoblù“.

Il Civ si sofferma anche sulle voci che vorrebbero Pantaleo Corvino via dalla città delle Due Torri: “Non credo che il dg rischi in questo momento, ma in futuro chissà. Lui e Fenucci sono responsabili, come Rossi, di questa classifica deficitaria. Il mercato ha portato molti giovani di belle speranze, ma anche giocatori non all’altezza della Serie A. Mi sembra che Saputo abbia deciso di prendere in mano la situazione, quindi staremo a vedere cosa accadrà“.

Infine una battuta sul match di ieri sera e sulle speranze del Bologna di centrare la salvezza: “I rossoblù hanno giocato per lo zero a zero, ma con l’Inter non puoi farlo. Una partita vinta dalla squadra più forte, ma che ieri sera non ha dimostrato di essere tale. Il gol subito è figlio di due errori individuali: quello di Gastaldello, che poteva essere rimediato, e quello fatale di Ferrari. La permanenza in A è possibile, ma serve una campagna acquisti a Gennaio all’altezza. Donadoni dovrà fare il possibile per rimanere in linea di galleggiamento fino a quel momento“.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. marcocalzolari - 1 anno fa

    Sempre puntuale il Civ! Rossi andava mandato via subito dopo la promozione, si doveva iniziare la A con un tecnico esperto e di categoria. Ora arriva Donadoni, anche se per me l’ideale sarebbe stato Mazzarri, che sostituì proprio Donadoni a Napoli facendo stagioni incredibili e che ha un passato rossoblù. Sarebbe stato l’allenatore più adatto, sotto tutti gli aspetti, dall’esperienza alle capacità organizzative, ma forse costava troppo.
    Ora Donadoni, prima scelta o no, carattere introverso o meno, deve tirare fuori i quajón, perché fino a Gennaio serve un miracolo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. andrea.bortol_355 - 1 anno fa

    Se Donadoni no ce la fa’, ed io ho immensa fiducia, il prossimo cambio deve quello dei giocatori tanto questi non corrono più dopo il 70′ e non hanno grinta, eppure sono giovani!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy