Civolani: “Destro è uno dei pochi Bomber italiani”

Civolani: “Destro è uno dei pochi Bomber italiani”

Un campionato dove questo Bologna ha indiscutibilmente dato tante emozioni alla piazza, ha iniziato con un piede storto rischiando di compromettere l’intero campionato, ma grazie all’arrivo di Donadoni tutto è andato meglio ed ora si può senza alcun dubbio puntare ad altri obiettivi, tra questi non c’è più assolutamente la salvezza.

Allora come non chiedersi a quali livelli possa arrivare il Bologna già a fine di questo campionato? A rispondere ai microfoni di “Quasi Goal”, trasmissione di RadioBolognaUno, c’è l’immancabile Gianfranco Civolani: “Dopo la partita di ieri, ci si chiede dove può arrivare questo Bologna, ma perché non sperare in un settimo o ottavo posto? Tra l’altro siamo vicinissimi a Sassuolo ed Empoli, le rivelazioni di questo campionato. Se il Bologna procede benone può senza alcun dubbio puntare alla settima o ottava posizione.”

Nella partita di ieri contro l’Udinese, tutti hanno dimostrato di essere pronti nel momento in cui li mister chiama, l’intera rosa sa benissimo come rendersi utile nel momento del bisogno. Interviene Civolani: “Da costa è grandissimo, è una persona molto seria. Pensate che ha iniziato a giocare il calcio vero in Brasile all’età di 25 anni, in Italia ha giocato prima a Varese e poi ad Ancona quando aveva già sui 27/28 quindi ha davanti ancora 10 anni perché si è speso molto poco, è un grandissimo n°2.  Contro la Juve forse ritroviamo Zuniga, mi piacerebbe veder giocare anche Brienza ma poi non so chi possa marcare Pogba, solo Donsah è l’unico che ha la possenza per marcarlo. Semmai Taider ma sarebbe in difficoltà. Destro e Floccari io non li farei mai partire insieme dall’inizio, sennò dopo prenderemmo tre goal. Io lo farei in corso d’opera, lì possono rendere molto.”

Destro è uno dei giocatori più discusso di questo Bologna, non per la sua qualità la quale non si mette assolutamente in discussione, più che altro per la sua discontinuità, il che può senza dubbio far si che non venga preso seriamente come uno dei migliori attaccanti italiani e che ciò possa mettere a rischio la sua convocazione per la Nazionale. A tal proposito, Civolani: “I bomber italiani si dividono in due categorie; Ci sono due vecchioni come Gilardino e Maccarone e poi nell’altra, Destro e Immobile. Destro è uno dei pochi bomber italiani ed è del Bologna, poi che faccia 10 o 12 goal rimane sempre importante”. Sulla lotta salvezza: “Genoa, Samp e Palermo sono in zona retrocessione ed il Frosinone sta incasinando la situazione lì sotto, sta guadagnando la salvezza e sta allungando il punteggio per poter essere salvi. Ma è un discorso che non riguarda assolutamente il Bologna.”

In prospettiva dell’attesissimo anticipo di campionato di Venerdì dove il Bologna affronterà la Juve, si chiede al giornalista Civolani chi pensa possa essere più adeguato a scendere in campo, e lui risponde: “Mbaye giocherà contro Evra o Alex Sandro? Contro Quadrado giocherà Morleo. C’è un problema, io credo che sia facile da inquadrare questa partita, se il Bologna fa il Bologna e la Juve fa la Juve, allora vince la Juve. Se invece, la Juventus da un 70 percento e il Bologna il 100 percento allora vince il Bologna. Io vorrei una vera e propria partitaccia dove il Bologna dà il tutto e per tutto per vincere.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy