Civolani: “Curioso di vedere il Giack domani, con la Roma va bene l’1 a 1”

Civolani: “Curioso di vedere il Giack domani, con la Roma va bene l’1 a 1”

Intervenuto alla trasmissione “Quasi Gol”, il giornalista bolognese ha raccontato le sue impressioni su Italia-Romania e sul prossimo impegno con la Roma della squadra di Donadoni.

Intervenuto alla trasmissione “Quasi Gol”, Gianfranco Civolani ha raccontato le sue impressioni su Italia-Romania di domani sera al Dall’Ara. “17 mila persone non sono molte, soprattutto se si pensa che 4 mila sono rumeni. Più o meno sarà presente lo stesso numero di spettatori che solitamente va a vedere il Bologna. In passato la Nazionale riusciva a suscitare maggior affetto e interesse, si faceva faticare a trovare i biglietti. Purtroppo la partita di domani sera non conta nulla, diverso sarebbe stata una sfida ufficiale“.

Il giornalista bolognese si concentra poi su quello che sarà l’idolo di casa, Emanuele Giaccherini: “Sono curioso di vedere almeno un tempo Giaccherini, del resto non mi importa nulla, è un’amichevole inutile. L’attaccante esterno del Bologna avrà la possibilità di mettersi in mostra, anche perché Conte lo tiene in grandissima considerazione“.

Il “Civ” chiude con un pensiero in vista del prossimo impegno della squadra rossoblù contro la Roma: “Se dovesse mancare Destro, Mancosu o Munier non lo farebbero rimpiangere, anche perchè sono due calciatori veloci e adatti alle ripartenze. Sono convinto che tutti possano fare bene con Donadoni, con cui la crescita può essere maggiore di quella che si avrebbe avuto con Rossi. Il punto debole della Roma è il reparto difensivo, che non è così affidabile. Fondamentale sarà evitare i mortiferi contropiedi dei giallorossi, soprattutto di Gervinho, e non rinunciare ad attaccare. L’1 a 1 sarebbe il risultato ideale, anche perché è probabile che i Giallorossi almeno un gol lo segnino“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy