Civolani: “Corvino doveva prendere Reja”

Civolani: “Corvino doveva prendere Reja”

Consueto punto quotidiano del Civ a Quasi Gol. Dalla posizione di classifica alla situazione di Rossi, dal mercato al futuro, Gianfranco Civolani ha toccato tutti i temi.

“Partiamo dal fatto che siamo penultimi, con un punto di vantaggio sull’ultima – ha affermato il Civ – Io questa situazione me la aspettavo abbondantemente. L’unica consolazione è che la salvezza si trova solo a un punto. Corvino ha fatto un gravissimo errore lo scorso anno a licenziare prima Lopez e non prendere Edi Reya. Ha preso un allenatore che non doveva prendere. Se fosse per Corvino in questo momento si sarebbe già sbarazzato di Rossi, ma c’è chi comanda più di Corvino. Rossi da quando è a Bologna non ha trasmesso nulla. Molti anni fa Rossi era bravo, molti anni fa. I giocatori del Bologna sono modesti, ma non rendono al meglio, quale sarà mai il motivo?”. Capitolo attaccanti, il Civ è duro: “Se tu prendi un fantasma, Destro, e Mounier, calciatore da 8 goal a campionato, chi può fare goal?”. Le assenze, invece, stanno pesando: “”Gastaldello da solo non risolverebbe niente, in una squadra dove i due esterni sono due bambini e il centrale non ha mai visto la Serie A, anche l’ex Samp farà fatica. Il Bologna però oggi non ha anche Donsah, Zucu, e Giaccherini. Gastaldello assieme agli altri può migliorare la squadra. Con questi giocatori e un altro allenatore tre squadre da mettere dietro le troviamo”. Poche speranza invece a Torino: “Per domenica penso che sia già tutto apparecchiato per la vittoria della Juve, anche perché qualcuno potrebbe dargli un rigorino, roba che al Bologna, vedi Gervasoni, non danno. Esonerare Rossi dopo la Juve non conta niente, andiamo a Torino con Colucci e dopo prendiamo il nuovo allenatore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy