Civolani: “Con Saputo, mai più lotta alla salvezza”

Civolani: “Con Saputo, mai più lotta alla salvezza”

Sono innumerevoli i fattori che hanno permesso la svolta del campionato del Bologna F.C. Oltre alla maestria di Donadoni nell’aver creato sintonia all’interno del gruppo, sicuramente la differenza è stata fatta anche dai singoli come Giaccherini, Mirante e i nuovi gioiellini Diawara e Donsah.

Questo bel gruppo ha regalato innumerevoli emozioni, ma ora bisogna puntare a concludere il campionato nel miglior modo possibile. E’ soprattutto con squadre come l’Udinese contro cui il Bologna dovrà dimostrare la propria maturità, anche se il pensiero va già alla Juve. Il giornalista Gianfranco Civolani dice la sua durante la trasmissione radiofonica “Quasi Goal”: “A me non interessa fermare la Juventus, è uguale alle altre big, a noi interessa l’Udinese che si può considerare una delle squadre concorrenti del Bologna. Tra l’altro all’andata perdemmo al Dall’Ara contro l’Udinese, quindi è importantissimo andare lì a vincere. Inoltre, anche se vincessimo contro la Juventus, non è che vinceremmo lo scudetto. Se poi la Juve perde contro il Napoli, non credo proprio verrà qui a perderne due di fila. Comunque noi contro la Juventus andremo a giocare a testa alta, sicuramente giocheremo una buona partita poi vada come vada. Per quanto riguarda la partita contro l’Udinese, noi abbiamo Floccari che può entrare in qualsiasi momento, Costant potrebbe fare lo scampolo di partita. Zuniga invece se sta bene la maglia numero 2 non può che essere sua, ma lì deve valutare il mister Donadoni. Zuniga se sta bene anche dal punto di vista mentale ed ha superato la perdita del padre, è di un’altra categoria.”

Di conseguenza, dopo aver stravolto il campionato ancora in corso, i tifosi si chiedono cosa potrà fare il Bologna sul mercato durante l’estate. Mirerà a qualcosa di più? Ne parla sempre Civolani a “Quasi Goal”: “Il Bologna a Pasqua sarà salvo non solo grazie a Donadoni, ma a Diawara, Giaccherini, Donsah. Secondo me Donadoni non è un valore aggiunto ma un valore base. Il Bologna come tutte le squadre ha alcuni giocatori più bravi di altri, ma ciò non basta se si vuole arrivare nella zona calda della classifica, e spero che Saputo sia disponibile a prendere altri due o tre giocatori validi nel prossimo mercato. Voglio sperare che a Bologna a luglio non si dirà più la fatidica frase “speriamo di salvarci”. Finché ci sarà Saputo non voglio più sentirlo dire. Sicuramente serve un mercato più dispendioso, non parlo di buttare soldi ma di fare un mercato mirato con contratti modesti, non faraonici, e molto brevi, farei qualche contratto biennale, ma triennale a nessuno”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy