Civolani: “Allo 0-0 non credo”

Civolani: “Allo 0-0 non credo”

Il giornalista Gianfranco Civolani, intervenuto ai microfoni della trasmissione radiofonica “Quasi Gol” ha esposto i suoi punti di vista sul Bologna e sulla Virtus.

Oggi Gianfranco Civolani è intervenuto a “Quasi Gol” per rispondere ai messaggi dei tifosi e alle domande di Rita Mandini. La prima domanda è stata sulla valutazione da dare al mercato di gennaio, alla quale risponde così: “Voto al mercato del Bologna di gennaio è sei più, sei e un quarto“.

Rimanendo in tema di mercato e di cessioni, aggiunge: “Solo pensare di vendere adesso Diawara sarebbe un delitto, se ti danno venti milioni l’anno prossimo per Masina, allora sì che puoi cederlo. Diawara si può cedere quando sai quanto vale“.

Passando dal basket al calcio, parla della partita persa dalla Virtus contro Capo d’Orlando, avversaria diretta nella lotta per la salvezza, puntualizzando che non è la prima volta che la società bianconera si trova in cattive acque nel corso della sua storia: “La Virtus, con la gestione Porelli, fece gli spareggi per non retrocedere e si salvò anche in modo un po’ rocambolesco; la squadra è indegna, ci sono responsabilità sia dei giocatori che di Valli e dei manager, ma anche di una fondazione che non dà segni di vita. Il dottor Basciano è una persona in gamba, al di là dei soldi che mette, quindi il presidente dei proprietari deve dare un segno di vita“.

Tornando a parlare nuovamente del Bologna e della situazione sia a livello societario che a livello agonistico, dice: “Corvino deve rimanere, ha fatto qualche errore come Krafth e Crisetig, ma otto dei giocatori che hanno battuto la Sampdoria li ha portati lui. Io fossi Donadoni farei giocare Floccari, Destro è troppo sensibile alle provocazioni e la punta alternativa è alta 1,90 e sa come replicare. Se gioca M’baye, vuol dire che giocheremo con due esterni bassi, troppo friabili e superabili“.

Puntualizza, parlando della partita vinta dal Bologna domenica contro la Doria: “La Sampdoria ha rimontato quando Montella ha messo al centro della difesa Silvestre per Ranocchia, visti i gran danni combinati: l’importante è che non sia arrivato qui“. In conclusione, espone il suo “pronostico” per la gara importantissima di domani contro il Frosinone: “Tutto lascia credere che il Frosinone farà gol, come pure il Bologna, allo 0-0 non credo“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy