Chi va e chi resta: tanti i rossoblu da valutare in vista della prossima stagione

Chi va e chi resta: tanti i rossoblu da valutare in vista della prossima stagione

Le ultime otto gare di campionato saranno fondamentali per alcuni giocatori rossoblu che dovranno dimostrare di essere ancora utili al Bologna per ottenere la riconferma in vista del prossimo anno.

Mancano otto partite alla fine del campionato e saranno tutte da giocare al massimo per restare nella colonnina sinistra della classifica, inoltre per alcuni giocatori queste gare saranno ancora più importanti in ottica futura. Infatti fra tre mesi si riaprirà il mercato e la società dovrà iniziare a operare in uscita e in entrata per sistemare la squadra e migliorarla in vista della prossima stagione dove si punterà a far meglio di quest’anno. Considerata quasi certa la partenza di Corvino, non si sa ancora chi sarà il prossimo ds rossoblu e quindi le mosse di mercato sono ancora totalmente oscure, è però molto chiaro che alcuni giocatori sono da valutare e nelle prossime partite dovranno dimostrare di essere utili al Bologna per ottenere la riconferma nella prossima stagione.

Come riporta ‘Il Resto del Carlino’, in difesa ci sono numerose situazioni incerte: in primis Zuniga, arrivato in prestito secco a gennaio dovrebbe tornare a Napoli a fine stagione, dato che fin qui ha trovato poco spazio. Poi c’è Krafth, anche lui destinato a partire, e Constant che nelle ultime gare di campionato si giocherà la riconferma e l’estensione del contratto per i prossimi due anni. Sarà necessario prendere una decisione anche su Ferrari, il difensore classe 94′ è stato utilizzato col contagocce da Donadoni e potrebbe essere ceduto. In discussione ci sono anche Oikonomou e Masina, schierati sempre meno negli ultimi tempi, ma molto probabilmente resteranno a Bologna per continuare a maturare con l’aiuto degli esperti Maietta e Gastaldello.

Anche a centrocampo ci sono diverse situazioni in evoluzione: Brienza e Brighi sono in scadenza di contratto e bisognerà valutare se concedergli un prolungamento. Zuculini, mai impiegato, è destinato all’addio, così come Pulgar e Crisetig che hanno trovato pochissimo spazio e necessitano di fare esperienza in una squadra che gli permetta di giocare con continuità.

Nel reparto offensivo invece la situazione è più chiara, gli unici da valutare sono Rizzo e Mounier. Il primo è stato bloccato dagli infortuni, mentre il secondo, dopo una partenza sprint è calato molto e nelle ultime gare è stato sostituito nove volte e in cinque occasioni è partito dalla panchina: probabilmente uno dei due lascerà Bologna. Infine ci sono le situazioni di Diawara e Giaccherini, il loro valore non è assolutamente in discussione, ma entrambi potrebbero lasciare i rossoblu: il primo tornerà al Sunderland mentre il secondo ha le attenzioni dei top club europei e se dovesse arrivare un’offerta importante sarà difficile rifiutarla. Le strategie di mercato del Bologna dipenderanno anche da queste operazioni su due giocatori fondamentali per la squadra.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy