Bologna su Morosini. Alla scoperta del baby trequartista.

Bologna su Morosini. Alla scoperta del baby trequartista.

In questa sessione di mercato estiva questo nome è rimasto scritto sui taccuini di molti direttori sportivi delle squadre sia di Serie A che di Serie B.
Solo segnato però e non spuntato perché il talentino bergamasco è rimasto in quel di Brescia.
Quattro squadre si erano mosse per acquistare il giocatore senza contare la Juventus che già nel mercato invernale aveva fatto un sondaggio per il trequartista.

Atalanta, Udinese, Fiorentina e Lazio.

Mercato. L’Atalanta salva alla metà di Aprile stava programmando il suo futuro pensando proprio al giovane talento. In casa Lazio invece la coppia Tare e Lotito aveva messo gli occhi sul gioiellino a metà maggio; il centrocampista sarebbe stato preso già in estate per poi essere mandato in Serie B molto probabilmente nella Salernitana neopromossa. L’Udinese intorno ai primi di giugno aveva sguinzagliato i suoi osservatori alla caccia del giocatore. La Fiorentina è stata l’ultima ad aver tentato il colpo Morosini, ricevendo però il no secco dai bresciani.

Sono interessanti le parole del giocatore durante la sua esperienza in Nazionale alle Universiadi. “Quando ero in Corea con la Nazionale, leggevo le notizie di mercato che mi riguardavano; ho letto di tante squadre interessate a me. A chi non fa piacere? Però, ho fatto subito un pensiero: ho un contratto fino al 2019, questa società mi ha dato tanto e può darmi ancora tantissimo e poi perché dovrei andare in serie A a non giocare?”

Quindi come spesso accade, tanti rumors di mercato che alla fine conducono soltanto ad un vicolo cieco sia per il volere del giocatore ma anche della società che ci ha pensato bene prima di privarsi di questo talento.
Il giocatore è rimasto a Brescia e forse è andata meglio così. Qui il giocatore infatti ha tutto il tempo di crescere e farsi le ossa per poi magari il prossimo anno accasarsi in uno di queste tante squadre che lo hanno cercato.
Non mi sono certo dimenticato del Bologna tra il novero delle squadre che hanno tentato di strappare il trequartista alle Rondinelle, ma anche in questa occasione è arrivato il no da parte dei bresciani.
Corvino però, lo sappiamo bene, quando fiuta un talento è difficile che se ne stanchi facilmente e quindi in futuro potremmo vedere contendere la 23 a Brienza proprio dallo stesso ragazzino.

Scopriamo quindi più da vicino questo ragazzo. Statistiche, numeri e prestazioni che pian piano lo stanno spingendo verso la Serie A.

 

Schermata 2015-09-23 alle 15.18.27 Schermata 2015-09-23 alle 15.19.55

La storia di Morosini. Nasce a Ponte San Pietro (BG) il 13 ottobre del 1995 ed entra giovanissimo nelle giovanili dell’Inter con cui arriva fino ai giovanissimi nazionali, per poi accasarsi all’Albinoleffe. Non impressiona e quindi dal celeste, passa all’azzurro della maglia del Brescia. La sua stella comincia a brillare, dopo un periodo di ambientamento, fino a diventare uno dei pezzi pregiati del Brescia. Come sappiamo la “cantera” bresciana negli ultimi anni ha sfornato probabilmente il più grande regista dell’ultimo decennio: Andrea Pirlo. Qualcuno ha provato a fare un paragone tra i due, sicuramente il ragazzino è molto abile sui calci piazzati ed ha un piede destro molto educato come l’ex della Juventus. E’ interessante ricordare come anche l’attuale centrocampista dei New York City FC nasceva trequartista.
Leonardo è molto abile a giocare tra le linee e a fornire buoni palloni per i propri compagni, ma non disdegna lo spunto e la conclusione personale, qualità che gli permettono di aggiornare con costanza il suo numero di gol e di assist. Ora a Brescia tutti si coccolano questo gioiellino, sperando che questo sia soltanto l’inizio di una promettente carriera.

Che possa essere in futuro coccolato dai tifosi rossoblù?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy