Cerci operazione fattibile: ecco la situazione

Cerci operazione fattibile: ecco la situazione

L’attaccante dell’Atletico ieri è tornato in campo, il Bologna ci pensa concretamente per gennaio

L’ultimo anno di Cerci è stato difficile, da gennaio a oggi 11 partite con il Milan, da maggio solo una con l’Atletico. Ieri sera, prima mezz’ora in campo per l’ex Toro nel turno di Coppa di Spagna contro il Guijuelo finito 4-1 per i colchoneros. Non ha segnato Cerci, ma quantomeno ha ritrovato il campo.

Il Bologna ci pensa, lo fece già ad agosto quando la trattativa saltò alle visite mediche. Riallacciati i contatti con l’Atletico Madrid, ma il contratto di Cerci (2.7 milioni) è in scadenza a giugno 2017 per cui grossi ostacoli non ce ne sarebbero. Non solo, l’idea del Bologna potrebbe essere quella di puntare su Cerci anche in futuro, almeno per un paio di stagioni. La situazione è sostanzialmente questa: il Bologna probabilmente potrà acquistare un solo rinforzo offensivo a gennaio, la scelta sarà tra Cerci e Biabiany, ma l’ex Toro potrebbe anche spuntarla per via delle sue caratteristiche più da seconda punta rispetto al francese, comunque molto apprezzato da Donadoni. Toccherà al mister la scelta, se vorrà un esterno puro si tenterà la carta Biabiany – che ha una offerta dalla Cina – altrimenti su Cerci, se si cercherà un giocatore più abile vicino alla porta. Cerci, dal canto suo, potrebbe decidere di rilanciarsi a Bologna per un paio di stagioni, con l’ambizione di giocare il Mondiale russo del 2018 assieme al suo fido Ventura, per questo le sue richieste in termini di ingaggio potrebbero rientrare nei parametri del Bfc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy