Castori: “Verdi è un predestinato, il 2017 sarà il suo anno”

Castori: “Verdi è un predestinato, il 2017 sarà il suo anno”

Le parole del tecnico del Carpi che l’anno scorso ha allenato Verdi.

Verdi è un talento vero: un predestinato. L’infortunio non ci voleva: ne ritarderà l’ascesa, ma non potrà in alcun modo arrestarla. Sono sicuro che quando Simone riprenderà il suo cammino il 2017 gli riserverà enormi soddisfazioni”. Queste le parole di Fabrizio Castori che ha allenato Verdi lo scorso anno a Carpi.

Con lui l’esterno rossoblu non ha trovato molto spazio, 8 presenze e tre gol, ma evidentemente ha fatto vedere le sue qualità: “La verità è che in Spagna, all’Eibar, aveva giocato pochissimo e quando l’abbiamo preso in prestito a gennaio non era fisicamente pronto. La prima partita da titolare l’ha fatta proprio a Bologna, il 6 marzo: ma dopo venti minuti si è infortunato ed è rimasto fuori un mese. A quel punto la stagione se n’era quasi andata, noi lottavamo per provare a salvarci e non sempre ho puntato su Simone”.

Ho sempre pensato che Verdi fosse un talento inesploso – continua Castori – la sua sfortuna è essersi dovuto fermare proprio nella stagione della consacrazione. Ma il talento mica lo fermi eh: se c’è prima o poi viene fuori. Certo, rientrare ed essere subito al top per lui non sarà facile: ma quello che ha fatto vedere in questo inizio di stagione di sicuro tornerà a mostrarlo. Ora Simone deve pensare a guarire: il futuro è suo. Qual è il suo ruolo? Esterno, come lo ha ha impiegato finora Donadoni. Oppure dietro all’attaccante, dove può sfoggiare tutto il suo repertorio di colpi”.

Lo riporta Il Resto del Carlino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy