Caso Viviano. Guaraldi: “Non volevamo coprirci di ridicolo”

Caso Viviano. Guaraldi: “Non volevamo coprirci di ridicolo”

Nella giornata di ieri, nelle stanze del Tribunale di Bologna, ha parlato l’ex Presidente rossoblù Albano Guaraldi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Queste le parole di Albano Guaraldi (che riprendiamo dal Corriere di Bologna) davanti al giudice del Tribunale di Bologna per il cosiddetto caso-Viviano:

“Ce ne hanno dette di tutti i colori – spiega Guaraldi – anche nella mia impresa facevano battute. Eravamo in difficoltà, poi arrivarono quelle accuse da un avvocato, non uno sprovveduto, che diceva di aver saputo nell’ambiente di creste e torte per il caso Viviano. Poi, si sa, quando un portiere prende gol è colpa del presidente, se un collaboratore ruba è sempre colpa del presidente. Ma se avessimo voluto perdere Viviano l’avremmo fatto senza coprirci di ridicolo”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy