Caso Viviano. Guaraldi: “Non volevamo coprirci di ridicolo”

Caso Viviano. Guaraldi: “Non volevamo coprirci di ridicolo”

Nella giornata di ieri, nelle stanze del Tribunale di Bologna, ha parlato l’ex Presidente rossoblù Albano Guaraldi

Queste le parole di Albano Guaraldi (che riprendiamo dal Corriere di Bologna) davanti al giudice del Tribunale di Bologna per il cosiddetto caso-Viviano:

“Ce ne hanno dette di tutti i colori – spiega Guaraldi – anche nella mia impresa facevano battute. Eravamo in difficoltà, poi arrivarono quelle accuse da un avvocato, non uno sprovveduto, che diceva di aver saputo nell’ambiente di creste e torte per il caso Viviano. Poi, si sa, quando un portiere prende gol è colpa del presidente, se un collaboratore ruba è sempre colpa del presidente. Ma se avessimo voluto perdere Viviano l’avremmo fatto senza coprirci di ridicolo”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy