Carlino: “Nessuna rivoluzione, ma Donadoni in bilico”

Carlino: “Nessuna rivoluzione, ma Donadoni in bilico”

Il Ds parla di ritocchi, ma con Donadoni in diversi potrebbero salutare

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il dopo Bologna-Chievo dà il via ai processi per una annata negativa nonostante la salvezza raggiunta da tempo. Ma 20 sconfitte in un anno, di cui 9 in casa, impongono una riflessione.

Ieri nel post partita il direttore sportivo Riccardo Bigon ha ancora una volta parlato di ritocchi, chiudendo la porta ad una rivoluzione spesso ventilata. Poi c’è il tecnico, sempre più nel mirino di tifosi e critica. Sarà il primo nodo da sciogliere per patron Saputo quando tornerà a fine mese. Nelle ultime ore Donadoni ha lasciato intendere di voler proseguire a Bologna, ma bisognerà valutare quanto la contestazione del tifo inciderà sul futuro. Su di lui sono arrivate manifestazioni di interesse da Atalanta, Cagliari e Chievo, così anche il Bologna ha cominciato a sondare allenatori con Gasperini e Nicola prima, De Zerbi poi. L’estate potrebbe portare a un effetto domino delle panchine e il Bologna dovrà valutare attentamente anche il futuro di determinati giocatori, ovvero di coloro che chiederebbero la cessione in caso di permanenza del tecnico. Si va da Masina, passando per Krafth e Krejci e chiudendo con Destro. Ma la lista potrebbe allungarsi se nemmeno Donsah, Pulgar e Palacio non rinnoveranno.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy