Caniato: “Squadra preoccupante e senza attributi, serve l’intervento di Saputo”

Caniato: “Squadra preoccupante e senza attributi, serve l’intervento di Saputo”

L’editoriale del giornalista sul quotidiano Il Resto del Carlino.

Nel suo editoriale sulle pagine del quotidiano Il Resto del Carlino Franco Caniato ha manifestato grande preoccupazione per il nuovo Bologna: “C’è una squadra che sembra essersi già arresa prima che il campionato abbia inizio. Può urlare finché vuole Donadoni, tra un tempo e l’altro della partita col Cittadella, reazione d’altronde più che condivisibile, ma se oggi, 14 agosto, siamo a questo punto, penso che chiunque, dal presidente all’ultimo dei tifosi, si debba preoccupare di questo Bologna. Non abbiamo ancora iniziato a giocare e la squadra ha già perso la sua identità. Che fosse debole di attributi questo Bologna non lo scopriamo ora e non si possono neppure meravigliare di ciò tecnico e dirigenti. Che avesse bisogno di robusti innesti lo si sapeva dal 27 maggio”.

Finora le critiche sono sempre state più carezze che altro – continua Caniato – nella speranza che Saputo, salvatore della patria nel 2014 si accorgesse che la sua creatura aveva bisogno di cure più amorevoli. Ecco, quelle cure ora sono indispensabili. E non devono essere come il prolungamento del contratto a Donadoni, azione affrettata nei tempi, ma interventi strutturali e tecnici mirati sulla squadra. Altrimenti saranno guai seri”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy