Caniato: “Qualcosa tra squadra e tecnico non funziona. Ritiro? Non so quanto possa servire”

Caniato: “Qualcosa tra squadra e tecnico non funziona. Ritiro? Non so quanto possa servire”

Il responsabile della redazione sportiva del Qs a Radio 1909

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Intervenuto nel corso della trasmissione ‘Tutti al mercato’ su Radio1909.it, il collega del Quotidiano Sportivo Franco Caniato ha espresso la sua opinione sul momento difficile del Bologna:

“Non so se mandare in ritiro la squadra sia stata una presa di posizione della società a supporto del tecnico, piuttosto penso sia una presa di posizione a favore del Bologna – ha affermato – Credo sia stato imposto un momento di riflessione per chiudere dignitosamente la stagione. Poi onestamente non so quanto possa servire un ritiro, i tempi sono cambiati, anche se noto che il ritiro è una metodologia spesso utilizzata in Serie A. Bisogna forse chiedere come mai si sia arrivati a questo punto, diciamo che probabilmente questa decisione andava presa prima perché non ci siamo accorti solo a Crotone che la squadra c’era e non c’era”.

Ancora Caniato: “Qualcosa non funziona tra tecnico e squadra, non lo scopriamo adesso. Bisognerebbe andare un po’ oltre i risultati, che sono comunque importanti per una squadra di Serie A, ma se noi guardiamo gli ingredienti vediamo che la società è forte e sulla carta il tecnico ha un pedigree importante, la rosa, inoltre, presenta giocatori di un certo valore: diciamo che probabilmente non c’è il reagente chimico che facesse sbocciare il Bologna sotto il profilo del gioco e dei risultati. Le parole di Fenucci? Che il club sia in linea con gli obiettivi penso sia vero, però è chiaro che con l’arrivo di un proprietario forte ci aspettavamo qualcosa di più. Se tutto fosse in linea con quanto preventivato forse il sentimento attorno al Bologna sarebbe diverso e probabilmente anche la società stessa si attendeva qualcosa di diverso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy