Campione:«Skorupski gran colpo. Santander? Aspettiamo per giudicare. E Pinamonti..»

Campione:«Skorupski gran colpo. Santander? Aspettiamo per giudicare. E Pinamonti..»

Manfredi Campione ha parlato a Radio Bologna Uno, spaziando su tutto il mercato rossoblù

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Manfredi Campione ha rilasciato alcune dichiarazioni molto interessanti a Radio Bologna Uno, partendo dall’arrivo di Skorupski fino al certo arrivo di un difensore centrale.

Sul portiere ex Roma si è così espresso:«Skorupski è un grande colpo per il Bologna. Lui è uno di quei portieri che ti accendono con grandi parate improvvise. Ha scelto il Bologna per rilanciarsi da titolare dopo aver perso l’opportunità di giocare il Mondiale. Si è fatto un salto di qualità importante. Bisognerà aspettarlo un po’, poiché dovrà ritrovare continuità. Non era facile riuscire a piazzare Mirante, ma con questa operazione entrambe le società sono rimaste soddisfatte. Ora la Roma si è coperta in caso di probabile partenza di Alisson».

Prosegue poi definendo Santander «ingiudicabile, poiché sconosciuto. Ma se la società ci ha puntato fortemente, diamogli fiducia. Si dovrà aspettare un trimestre per capire le sue vere potenzialità».

Su Pinamonti:«Credo che sia lui l’obiettivo per l’attacco dopo l’arrivo di Santander. Giovane e forte, ci vorranno probabilmente 6-7 milioni per strapparlo all’Inter. Operazione rischiosa sotto un certo punto di vista, ma se va bene ci si può ritrovare un grande giocatore in squadra tra un paio d’anni».

Continua Campione su altri nomi accostati al Bfc:«Tonelli sarebbe un grande acquisto, ma è complicato. Ha personalità e carisma, è un nome valido per avere in squadra un difensore capace di dare solidità al reparto arretrato. Inglese è improbabile, ma bisognerà attendere un mese o più, quando i prezzi caleranno inevitabilmente. Stesso discorso per Rog, con Ancelotti che dovrà ancora valutare il da farsi. Gabbiadini? Impossibile».

Chiosa finale con il suo giudizio momentaneo sul mercato felsineo:«Si sta facendo un salto di qualità. La rotta è stata invertita rispetto agli ultimi due anni, la politica è cambiata. Verdi è stato un sacrificio doloroso ma necessario. Il mercato potrebbe chiudersi con l’arrivo di un altro attaccante e un difensore centrale forte, a meno di qualche cessione. Da monitorare la situazione di Di Francesco, che è un nome caldo tra le possibili uscite».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy