Campione: “Il progetto di Saputo parte dal tecnico”

Campione: “Il progetto di Saputo parte dal tecnico”

La gentile partecipazione del giornalista Manfredi Campione a “Quasi Gol”.

Campione, intervenuto ai microfoni della trasmissione “Quasi Gol”, parla subito delle condizioni di Emanuele Giaccherini: “Le notizie su Giaccherini sono confortanti, non c’è niente di rotto. Stasera non sarà titolare, domani tornerà a Bologna e sarà a disposizione di Donadoni“.

Sulla situazione del direttore sportivo Pantaleo Corvino, oramai fuori dai giochi a Bologna, dice: “Di fatto non c’è ufficialità, Corvino, per le vacanze di Pasqua, prima ha salutato tutti a Casteldebole, poi è andato giù in Puglia dalla famiglia“.

Su Mattia Destro, alle prese con la terapia dopo la botta ricevuta durante Inter-Bologna: “La scorsa settimana l’abbiamo visto passare per Casteldebole ed era ancora in stampelle. Si cerca di recuperarlo il prima possibile, ma non è detto che ci sia un recupero rapidissimo come per l’infortunio alla caviglia“.

Interpellato anch’egli sui possibili successori di Corvino nel ruolo di ds, afferma: “Sabatini è un direttore che fa contenti sia gli allenatori che i giocatori, ha un profilo un po’ alto per il Bologna; secondo me, si avvicina tanto al modo di lavorare di Pantaleo Corvino, quindi è una possibilità un po’ remota. S’è parlato di Chelsea, s’è parlato di Milan e quindi il progetto di Bologna è uno di quelli che meno si avvicina alle esigenze di Walter Sabatini. Credo poco ad un ritorno di Fusco, ancor meno a Perinetti con il quale ho parlato 6-7 mesi fa e che sperava fosse l’ultima avventura“. Aggiunge poi un ultimo punto: “Il progetto di Saputo parte dal tecnico e questo non si sposa con l’idea di Corvino“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy