Calcioscommesse: il Cagliari vuole bloccare il calendario di Serie A

Calcioscommesse: il Cagliari vuole bloccare il calendario di Serie A

Non si dà per vinto il Cagliari, le ultime rivelazioni sull’Atalanta e su Stefano Colantuono nella vicenda Calcioscommesse, lasciano qualche possibilità di ripescaggio ai sardi che sperano in una penalizzazione dei bergamaschi che consenta loro di scavalcarli in classifica e di ottenere la salvezza. Giulini, presidente del Cagliari, coadiuvato da uno studio specializzato, sta lavorando al caso. Innanzitutto, è stato chiesto un incontro con il procuratore federale e una tempestiva indagine sui fatti accaduti. Sotto questo punto di vista, il club sardo avrebbe spedito una missiva alla Figc in cui si sottolinea come la classifica dell’ultima campionato di A sia da considerarsi sub-judice. Nella lettera non si cita l’Atalanta, ma i riferimenti sono chiari e si mette addirittura in dubbio la regolarità del campionato. Eccone uno stralcio: “Esistono infatti fondate e rilevanti ragioni per revocare o mettere in dubbio la regolarità del campionato a cui la scrivente ha preso parte – sottolinea il Cagliari – In particolare il coinvolgimento accertato dall’ordine requirente di alcuni tesserati di squadra della massima serie configurerebbe, ove le accuse fossero confermate, l’ipotesi di responsabilità oggettiva per illecito a carico del club. Tale ipotesi prevede la penalizzazione di punti in classifica del campionato 2014-2015. Siffatto provvedimento produrrebbe la riscrittura della classifica finale. Per questo la Cagliari Calcio ritiene l’esito dello scorso campionato sub judice, sino al pronunciamento degli instaurando giudizi avanti gli organi giudiziali sportivi”. Da qui, la richiesta di bloccare la compilazione del calendario di Serie A.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy