Calcioscommesse: gli ex rossoblù indagati, i nomi di spicco e le partite incriminate

Calcioscommesse: gli ex rossoblù indagati, i nomi di spicco e le partite incriminate

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Tra i 130 indagati dalla Procura di Cremona ci sono anche diversi ex rossoblù e personaggi di spicco del mondo del calcio. Sono accusati di semplice frode sportiva: Claudio Terzi, Cesare Rickler, Nando Coppola e Davide Bombardini. Tra di loro l’allenatore dell’Atalanta Colantuono, accusato di aver concordato con il Crotone il risultato di over con pareggio il 22 aprile 2011, assieme a lui anche il capitano Cristiano Doni e il ds atalantino di allora Zamagna. I riscontri, secondo quanto riporta Stadio, sarebbero stati verificati dall’I-phone di Santoni. Tra gli indagati anche l’attaccante del Cesena Marilungo che secondo l’accusa avrebbe dovuto stringere la mano in sostituzione di Doni, se questi non avesse giocato, in relazione ad Ascoli-Atalanta del marzo 2011 che secondo gli inquirenti sarebbe stata truccata. Mentre Marilungo è accusato di sola frode, per Cristiano Doni è in ballo l’associazione a delinquere, un’accusa che va a toccare anche gli ex rossoblù Ventola, Bettarini, Goretti e Signori. Quest’ultimo viene considerato esponente di spicco del clan dei bolognesi che, secondo l’accusa, dal 2011 si alleo con quello di Bellavista e degli zingari. Tra gli indagati anche Mauri della Lazio per Lazio-Genoa 4-2 e Lecce-Lazio 2-4. Non è finita qui, perché emergerebbero nuove gare incriminate nel 2013, circa una cinquantina tra cui Palermo-Inter del 28 aprile e Parma-Atalanta del 5 maggio. Per quanto riguarda il Bologna, le partite sotto indagine sarebbero cinque: Bologna-Lazio del 23 gennaio 2011, Brescia-Bologna del 2 aprile, Bologna-Cesena del 23 aprile, Bologna-Parma dell’8 maggio e Palermo-Bologna del 13 aprile 2013.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy