Bruno Bartolozzi: “L’importante è non perdere e fare una bella partita a Udine”

Bruno Bartolozzi: “L’importante è non perdere e fare una bella partita a Udine”

A fronte della sfida in programma domenica a Udine, il direttore di Stadio Bruno Bartolozzi è intervenuto a Radio Nettuno: “Mi dispiacerebbe arrivare con qualche squalificato con la Juventus. L’importante è non perdere e fare una bella partita a Udine, e se non si perde ci sono delle ottime condizioni per giocare contro la Juventus”.

Differenza tra la vigilia dei due match: “Noi non siamo nel fondo della classifica, e questo permette di sprigionare energie positive, quindi ci sono tutte le condizioni per giocare bene”. Parlando di Donadoni: “Donadoni sostiene che chi molla in questo momento è fuori dal gruppo, un gruppo formatosi solamente adesso, quindi ora bisogna dare il massimo, anche quando le circostante non lo richiedono”.

Si ritorna anche su Delio Rossi: “Delio Rossi è rimasto per mancanza di coraggio, Donadoni era disponibile anche l’anno scorso, nonostante avesse diverse  alternative. Rossi è stato immolato, è rimasto travolto dagli eventi un po’ per colpa sua e un po’ no. Io penso che si può fare il salto di qualità, fare un campionato a ridosso dell’Europa, siamo una squadra da nono posto”. Qualche merito ce l’ha anche Rossi:” Non tutti i demeriti che sono stati attribuiti a Delio Rossi erano i suoi,  lui ha raccolto poco perché sono stati pochi i margini consentiti per avere una squadra pronta, che non ha mai avuto perché gran parte dei giocatori acquistati sono arrivati tardi, e quindi le condizioni non erano sufficienti”.

Se il Milan facesse un’offerta specifica e cercasse di conquistare Donadoni? Ecco il commento di Bartolozzi: “L’allenatore ha poca scelta, però noi abbiamo qualche punto a favore, perché abbiamo una delle società  più importanti. Donadoni ha fatto a Milano le grandi stagioni che l’hanno caratterizzato come giocatore,  il vantaggio è che il Bologna ha qualche carta in più per contrastare le altre offerte”. Sul Milan Bartolozzi è chiaro: “Sbaglia ogni anno l’allenatore, non sa che pesci prendere.  Ad oggi, se Donadoni andasse al Milan, sicuramente farebbe meglio di quelli che ci sono stati nell’ultimo periodo. Mihajlović è un allenatore a senso unico, mentre Donadoni è più articolato e più maturo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy