Bradaric, verità o messaggio per far alzare l’offerta al BFC?

Bradaric, verità o messaggio per far alzare l’offerta al BFC?

Dopo le dichiarazioni rilasciale dal Rijeka, se il Bologna vorrà riprendere la trattativa per Bradaric sarà costretta ad alzare la posta

Nel giorno in cui sono state limate le differenze con l’Anderlecht per De Maio,  a Casteldebole è arrivata una brutta doccia fredda.

Bradaric è uno dei principali obiettivi per la mediana insieme ad Andrea Poli e  il Bologna lo stava seguendo da gennaio e nelle prossime ore erano in programma nuovi contatti con l’agente e la società per tentare di sbloccare l’affare. Il mediano, però, dopo un fine settimana di riflessione ha rotto il silenzio dichiarando: “In questo momento desidero rimanere dove sono. So che c’è interesse di alcuni club nei miei confronti, ma voglio aiutare la mia squadra a ripetere i risultati della scorsa stagione, e a fare strada in Champions League. Rijeka è diventata la mia casa, mi ha dato molto e non ho fretta di trasferirmi altrove. Qui mi diverto e penso solo alla mia squadra”.

Le dichiarazioni arrivano direttamente dal sito del club croato. Si tratta di un comunicato stampa in cui il Rijeka spiega di voler sostenere la decisione e i desideri di Bradaric.

Come sottolinea il Resto del Carlino, resta però da capire una cosa: se sia un messaggio di circostanza volto a spingere il Bologna ad alzare la posta. Il comunicato arriva dopo una settimana di stallo, con il Bologna che non si è mosso dalla proposta di 3 milioni per il cartellino del giocatore, a fronte dei 5 richiesti dai croati.

Difficilmente la trattativa potrà riprendere, se i rossoblù non si dimostreranno pronti ad alzare la posta, cosa che fino ad ora non si sono resi disponibili a fare. Nelle prossime ore i nuovi contatti diranno se il club rossoblù cambierà obiettivo o meno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy