Bonzanini: “Donadoni come Ancelotti, trasmette tranquillità e sicurezza”

Bonzanini: “Donadoni come Ancelotti, trasmette tranquillità e sicurezza”

Il giornalista sportivo Enrico Bonzanini intervenuto a “Quasi Gol” ha parlato di mercato e delle giovani promesse del Bologna che stanno trovando poco spazio in campo.

Intervenuto a “Quasi Gol” su RadioBolognaUno, il giornalista Enrico Bonzanini ha parlato di mercato e di alcuni giovani del Bologna poco utilizzati. Secondo Bonzanini:”Nessuno fra Krafth, Pulgar e Crisetig è stato un acquisto sbagliato, le loro qualità sono indubbie. Gli serve tempo e un’ambiente più sereno con una classifica più tranquilla per poter dimostrare le proprie qualità senza troppe pressioni addosso. Basta una mezza stagione o un prestito e questi giocatori possono esplodere.”

Il giornalista ha anche parlato di mercato elogiando il lavoro di Corvino:”Ha lavorato bene sul mercato sopratutto in ottica futura, è importante avere giocatori giovani di proprietà, in modo da non dover costruire la squadra con gli scarti delle grandi.” Ha inoltre aggiunto che per migliorare la squadra a Gennaio bisognerà sfoltire la rosa e fare anche diversi acquisti:”Serve un esterno che possa dare il cambio a Mounier e Giaccherini, uno in grado di fare entrambi i ruoli. Inoltre è fondamentale un esterno basso di qualità. Si potrebbe inserire anche un nuovo centrocampista e un vice-Destro, ma non sono acquisti essenziali. La squadra è solida e gli inserimenti dovranno essere di qualità, non di quantità. Sarà anche importante sfoltire la rosa e vendere giocatori in esubero come Crimi e Acquafresca che hanno mercato in serie B”.

Parlando dei possibili arrivi di Iturbe e Gabbiadini, Bonzanini ha spento gli entusiasmi:”Gabbiadini non è percorribile, perchè il Napoli non lo cede in prestito, ma solo a titolo definitivo. Per Iturbe vale lo stesso discorso, anche se a Gennaio col rientro di Ibarbo dal prestito uno dei due dovrà fare le valigie”.

Si è anche parlato della difficile situazione del Carpi, sempre ultimo in classifica e sconfitto anche domenica nello scontro diretto casalingo contro il Chievo, a riguardo Bonzanini ha dichiarato:” A Carpi deludono tutti a parte Lasagna, Lollo, Zaccardo e Romagnoli, la squadra è piena di elementi che rendono al di sotto delle loro possibilità”.

Tornando al Bologna Bonzanini ha speso belle parole per l’allenatore:”Donadoni è come Ancelotti, porta armonia, è sempre pacato e mai sopra le righe. Riesce a trasmettere sicurezza e tranquillità ai giocatori che scendono in campo con un piglio diverso”. Ha inoltre parlato di Giaccherini, spiegando che l’esterno ex Sunderland è un giocatore fondamentale: “Il Bologna deve pazientare e Corvino deve essere sagace nel non partecipare ad aste sul giocatore, il suo valore sta salendo di partita in partita con queste prestazioni. Deve trattare con l’agente e già da Gennaio si può trovare l’accordo. Giaccherini è un leader tecnico, fondamentale per la squadra, ma per lui va pagato il giusto prezzo dato che ha anche più di 30 anni”.

Bonzanini infine ha parlato di Pulgar: ”Quando ha giocato ha fatto bene, va aspettato. Come molti altri giocatori sudamericani ha un temperamento atipico perciò bisogna dargli tempo per valorizzarlo, eventualmente anche un prestito per il giocatore non deve essere visto come una sconfitta ma come un modo di mettersi in luce”.

Ha inoltre chiuso con un messaggio positivo:” I tifosi devono capire che questa squadra lavora da grande, può comprare giocatori a titolo definitivo e cedere in prestito i giocatori per farli crescere.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy