Bonzanini: “Bologna, lunedì devi dare tutto”

Bonzanini: “Bologna, lunedì devi dare tutto”

L’intervento di Enrico Bonzanini a Quasi Gol

Il Bologna in questo periodo di calo non è favorito nemmeno dal calendario, per questo bisogna che ritrovi una forma migliore nel minor tempo possibile.

Nel posticipo di Lunedì, incontrerà una Roma in forma smagliante e ciò che preme alla piazza bolognese è che la squadra si dia una svegliata e che magari riesca a mettere in difficoltà un’altra big del campionato. A proposito di ciò, parla Bonzanini durante la trasmissione “Quasi Goal”: “Il Bologna si prepara alla gara contro la Roma, dove bisogna trovare innanzitutto la prestazione, perché magari chiedere dei punti sarebbe troppo. La Roma da quando ha cambiato allenatore è una delle squadre più forti e scaltre del campionato, il Bologna dovrà ridisegnare l’attacco poiché Destro è ancora infortunato ed è difficile venga rispolverato Acquafresca; Giaccherini è il nostro asso nella manica con la sua capacità offensiva ma sarà squalificato. Bisogna capire quale formazione scenderà in campo, non penso ci sarà il 4-3-3, credo comunque che il Bologna sia una squadra ostica per la Roma, ha bloccato tutte le grandi, non dimentichiamoci che siamo stati l’unica squadra a bloccare la Juventus. Spero riusciremo a conquistare gli ultimi punti, oltre che ad avere ottime prestazioni affinchè siano giustificati investimenti importanti nell’estate.”

Ad aggiungersi a questa situazione, vi è la cripticità di Donadoni, il quale non chiarendo la propria volontà tiene sulle spine i propri tifosi. A riguardo si esprime sempre Bonzanini nella trasmissione di RadioBolognaUno: “Secondo me, il capitolo nazionale per Donadoni è già chiuso, sa che Bologna è la certezza, sa che la piazza di Bologna per la sua serenità e sicurezza economica è unica in questo momento, anche il Milan è in condizioni critiche sotto il punto di vista societario. Donadoni deve riguadagnarsi la fiducia sia della piazza che di Saputo, non tanto nel riprendere punti ma le prestazioni. La gente merita sia lo spettacolo che i risultati. Quota salvezza? A 38 ci si salva quest’anno, potrebbe anche bastare 36/37, quest’anno non è complicato, il problema è che sarebbe deludente riaprire tale finestra dopo vittorie e prestazioni importanti, comunque vada per ora fino al termine del campionato Donadoni è il mister del Bologna e deve lottare per conquistare i punti necessari. Delle quattro squadre che lottano per non retrocedere, il club che ha più possibilità a mio avviso è il Torino, che se ne è tirato un po’ fuori dopo la vittoria a Milano, anche se il Carpi non ha un calendario complicato, invece il Frosinone ed il Palermo sono messe male.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy