Bonzanini: “Al Bologna è mancato il ‘killer instict'”

Bonzanini: “Al Bologna è mancato il ‘killer instict'”

I punti di vista di Enrico Bonzanini e le sue risposte ai messaggi dei tifosi a “Quasi Gol” sulla sconfitta di ieri sera e l’andamento del Bologna e del campionato in generale.

Enrico Bonzanini, intervenuto ai microfoni di “Quasi Gol”, ha parlato del Bologna, reduce dalla sconfitta di ieri sera con il Frosinone.

Primo elemento di discussione è stato Saphir Taider, ieri sera tra i meno brillanti: “Taider è un giocatore che sta incontrando una fase di flessione a livello di prestazione, è un vero e proprio cruccio per Donadoni; c’è grande concorrenza a centrocampo, Taider dovrebbe cominciare a sentire il fiato sul collo, Donadoni a volte mette da parte i giocatori, per poi recuperarli“.

Sul rendimento della squadra e l’andamento in campionato, dice: “Il rigore era nettissimo, la posizione dell’attaccante un po’ meno regolare, il Bologna con le squadre grandi non stecca mai, con le squadre più piccole parte forte e poi cala“.

Si sofferma poi sul giovane Luca Rizzo, promessa lanciata dalla Sampdoria: “Rizzo deve respirare, sta giocando con tanta continuità, sta rivivendo una seconda giovinezza”.

Parla anche del difensore greco Marios Oikonomou, espulso a causa di un doppio cartellino giallo: “Oikonomou, fino all’espulsione, non m’era dispiaciuto, in generale tutto il Bologna non m’era dispiaciuto, gli è mancato il killer instict“.

Analizzando poi lo “stato di salute” delle altre dirette concorrenti per la salvezza, afferma: “Io non vedo tante squadre scoppiare di salute, il Carpi resta attaccato al lumicino, contro la Fiorentina è arrivata la perla di Mauro Zàrate; il Genoa non mi è dispiaciuto, ha fatto una bella gara allo Stadium, la Juve non ha giocato con il coltello tra i denti; la Samp s’è fatta acciuffare all’ultimo dal gol di Belotti, è la più logica candidata a dover soffrire con le ultime“.

Aggiunge un ultima postilla sul Carpi che, più delle altre due candidate alla retrocessione (Frosinone ed Hellas Verona), sta lottando sul campo: “Se il Carpi dovesse strappare qualche punticino e sperare in risultati favorevoli dagli altri campi, può ancora sperare, aggrappandosi a tutto. Ma dovrà cominciare a cambiare“.

Sabato arriva la Fiorentina, che ha sì battuto il Carpi, ma all’ultimo secondo e con una situazione interna alquanto complicata: “La Fiorentina è una squadra che fa un possesso sterile e lezioso, il gol preso dal Carpi non lo vedo neanche nell’Interregionale. E’ una squadra normale con un pubblico che non ha gradito il mercato, è una polveriera, si può battere e non va fatta giocare nell’uno contro uno negli ultimi 16 metri“.

Bonzanini, infine, conclude tornando a parlare della sconfitta contro i ciociari: “Ieri il Frosinone ha vinto con un episodio importante, il Bologna, nel momento in cui accelerava, dimostrava di essere una squadra diversa. Con la Sampdoria aveva già speso molte energie, c’è stata la paura di perderla dopo aver dominato per 45-50 minuti“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy