Boniciolli: “Questa vittoria è il frutto del lavoro di mesi”

Boniciolli: “Questa vittoria è il frutto del lavoro di mesi”

Matteo Boniciolli, allenatore della Fortitudo Bologna, analizza la partita e tutti gli aspetti legati ad essa in conferenza stampa.

di Amos Segal

La prima vittoria esterna della Fortitudo rende felice Matteo Boniciolli, il coach può gridare al mondo intera la sua gioia dopo una partita al cardiopalmo, che ha però regalato due punti preziosi alla sua squadra ed una grande soddisfazione ai cento tifosi dell’Aquila in trasferta.

Questa vittoria è il frutto del lavoro di mesi e di tanta rabbia accumulata in occasione di sconfitte come Imola e Mantova. Merito della squadra che ha attuato il piano tattico che avevamo preparato per disinnescare il pick and roll di Lawson“, ha affermato Boniciolli in conferenza.

Parole piene di felicità e di consapevolezza perché i ragazzi hanno seguito le sue istruzioni, mettendole in pratica per conquistare la vittoria finale: c’è la voglia di continuare così per riportare il glorioso club bolognese agli antichi splendori. Certo, da allenatore accorto qual è, Boniciolli non dimentica il calo improvviso della squadra quando i giochi sembravano oramai già fatti: “Abbiamo avuto un momento di appannamento dopo aver sbagliato clamorosamente due contropiedi da schiacciata con i quali avremmo chiuso la partita in anticipo. Ho dovuto accorciare le rotazioni per avere più qualità e abbiamo pagato in termini di lucidità“.

Tuttavia, il coach biancoblù vede il bicchiere mezzo pieno e analizza gli aspetti positivi della partita vinta: “Volevamo limitare i punti della coppia Lawson-Sollazzo e ci siamo riusciti tenendoli abbondantemente sotto le loro consuete medie. Questi sono giocatori che hanno fatto molto male ad altre squadre. E poi dovevamo togliere a Recanati l’arma del contropiede; mi pare che la squadra abbia eseguito con molta disciplina i compiti tattici che avevamo preparato“. Un altro aspetto importante che non viene tralasciato è quello della classifica, che ora si fa più interessante grazie a questi 2 punti esterni, i primi appunto del campionato: “Successo importante. Non deve essere un cuscino sul quale riposare ma il tesoretto su cui costruire. Il nostro obiettivo sono i play off, poi comincia un altro campionato“. Boniciolli non solo ha la stoffa di ottimo allenatore, ma è anche così intelligente da non dormire sugli allori e guardare sempre avanti per far sì che la sua squadra sia sempre un po’ più lontana dalle altre, nel proprio orizzonte.

Il protagonista vero della gara è stato Gennaro Sorrentino, autore di 13 punti. Ecco le sue parole: “Dovevo frenare la rapidità di Traini e credo di esserci riuscito. Mi sentivo bene, in fiducia, così ho sfruttato la buona circolazione di palla per provare anche soluzioni individuali. Potevamo chiuderla prima ma la vittoria è assolutamente meritata, abbiamo condotto quasi per l’intera partita“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy