Bologna, vai più piano delle retrocesse

Bologna, vai più piano delle retrocesse

12 punti nelle ultime 10 partite. Bottino magro per chi sperava addirittura di riprendere il Carpi, poi battere il Frosinone e infine star davanti al Vicenza. Il prossimo obiettivo è mantenere il quarto posto, basta una vittoria. 12 punti sono gli stessi che hanno ottenuto le squadre sul fondo della classifica, come riporta Repubblica nelle fattispecie il Brescia già retrocesso e la Ternana a rischio playout. Differente il conto dei ciociari che di punti ne hanno fatti il doppio e si capisce come mai stiano festeggiando la promozione. E’ stato un girone di ritorno difficile, divenuto intricato negli ultimi due mesi. Sono venute meno le vittorie esterne, l’ultima a Varese, e non sono quasi mai arrivate quelle casalinghe. Una miriade di pareggiacci che scuotono poco la classifica. Lopez avrebbe detto “meglio pareggiare che perdere”, ma volte per stare in alto occorre vincere e questo Bologna non sembra più in grado. La pareggite acuta ci farebbe ben sperare in ottica playoff se fossimo terzi, con quattro pari si salirebbe ma da quarti, se si arrivasse in finale contro il Vicenza, almeno una partita bisognerebbe vincerla. Inutile però guardare troppo avanti quando è il presente a latitare, non solo in termini di punti ma anche di gol se un terzetto da 70 reti a stagione non sembra più capace di gonfiare la rete. In realtà, un attacco che navigava discretamente nel girone d’andata è precipitato con l’arrivo del capocannoniere Mancosu, capace di segnare 10 reti in 19 partite a Trapani, ma 0 in 14 a Bologna. C’è materia per gli specialisti dei misteri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy