Bologna-Toro, l’amarcord

Bologna-Toro, l’amarcord

di Amos Segal

Scorrete le schede in alto

Bologna e Torino, due squadre prestigiose, la cui sfida evoca un modo di giocare al calcio che ha affascinato generazioni di sportivi: lo “squadrone che tremare il mondo fa” e il “così si gioca solo in paradiso” per i rossoblù emiliani, il “Grande Torino” per i granata.

Sabato pomeriggio scenderanno in campo ben 14 scudetti (sette per parte), ai quali si devono aggiungere le Coppe Italia (5 per il Torino, 2 per il Bologna) ed una lista di grandi campioni che ne hanno onorato i colori e il blasone: Angelo Schiavio, Amedeo Biavati, Gino Cappello, Gino Pivatelli, Ezio Pascutti e Giacomo Bulgarelli sono solo alcuni nomi per il Bologna; per il Torino Julio Libonatti, Adolfo Baloncieri, Valentino Mazzola, Ezio Loik, Romeo Menti, Mario Rigamonti, Gigi Meroni, Francesco Graziani e Paolo Pulici.

Ci auguriamo tutti che lo spettacolo di questa gara, il quale apre il fine settimana calcistico italiano, sia all’altezza del proprio prestigio e che ci regali momenti di grande emozione, all’insegna del grande sport e della lealtà sportiva.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy