Bologna, non solo calcio: ecco le strategie di comunicazione

Bologna, non solo calcio: ecco le strategie di comunicazione

Potenziamento in vista per l’area comunicazione del Bologna

Comunicazione 2.0, così titola il Corriere di Bologna in quella che è una profonda analisi del comparto comunicazione del Bfc 1909. L’arrivo della compagine americana ha portato ad un implemento della parte marketing ma anche della sezione media e video. Rimpolpata la squadra che si occupa della comunicazione, il Bologna targato Saputo ha dato il via alla web tv Bolognafc.tv, in cui, oltre al viaggio a Montreal per la serie ‘Il mondo di Joey’ si trovano interviste, botta e risposta, video celebrativi e backstage.

La società ha in programma di potenziare il comparto, con l’idea di aumentare il budget a disposizione per la comunicazione e far in modo di avvicinare sempre di più i tifosi al brand Bologna Fc 1909. Difficile ripercorrere le orme di Roma Tv e Roma Radio, tv e radio ufficiali della Roma, società da cui provengono Fenucci e Winterling, anche perché il seguito a Bologna non è tale da poter proporre un canale a pagamento. Per ora si ragiona sulla base di un canale tematico gratuito, anche se il sogno sarebbe quello di emulare il Benfica che sulla propria tv ufficiale manda in onda le partite di campionato. In Italia vige la Legge Melandri e non è possibile farlo. Non è detto comunque che in futuro il Bologna non possa mandare in onda qualche contributo a pagamento, magari sfruttando la banda larga. Si lavora anche per creare intrattenimento durante la partite, seguendo l’esempio americano verranno create iniziative durante il pre partita e l’intervallo, un modo per far divertire i tifosi e far popolare lo stadio non solo nei 90 minuti di calcio giocato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy