Bologna-Juventus: non solo agonismo, ma anche solidarietà

Bologna-Juventus: non solo agonismo, ma anche solidarietà

Per la gara tra Bologna e Juventus non solo imponenti misure di sicurezza allo Stadio, ma anche una grande iniziativa di solidarietà a favore di una ragazza colpita da una sindrome rara.

di Amos Segal

Venerdì sera, alle ore 18:00, verranno aperti i cancelli dello Stadio “Renato Dall’Ara”, con misure all’altezza dell’evento: oltre agli steward, infatti, verranno impiegati nei controlli anche le unità cinofile.

Si farà di tutto per evitare qualsiasi tipo di tensione, sia sugli spalti che fuori e, oltre a mantenere la sicurezza nel perimetro dell’impianto sportivo, si organizzerà anche un “evento nell’evento”, con i gazebo dell’iniziativa “Su le mani per Erika”, dai quali partirà la vendita di bomboloni il cui ricavato andrà a favore di una ragazza la quale, colpita dalla sindrome di Arnold-Chiari, deve essere operata negli Stati Uniti tra poche settimane: il costo dell’operazione si aggira sui 300.000 euro e l’intera città si è mobilitata, mostrando un senso di solidarietà che solleva giustamente l’attenzione verso problemi ben più grandi di una partita di calcio.

Quindi, oltre all’augurio di una splendida prestazione dei ragazzi di Donadoni, speriamo tutti che l’iniziativa porti a grandi risultati e, soprattutto, ad un finale gioioso per Erika, che le regali il calore della bontà e tanta serenità.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy