Bologna-Crotone, i migliori e i peggiori

Bologna-Crotone, i migliori e i peggiori

Da Destro al tabellone del Dall’Ara, dal ‘bomber’ crotonese alle formiche, ecco il meglio e il peggio di Bologna-Crotone.

I MIGLIORI
MATTIA DESTRO – Avevo auspicato il suo pronto inserimento fra i migliori dopo la prestazione approssimativa in Coppa Italia contro il Trapani e lui ha risposto da bravo centrattacco: portando continue minacce alla porta avversaria e segnando una rete decisiva. Fisicamente sta benissimo, altrimenti a cinque minuti dalla fine non avrebbe galoppato per 40 metri mantenendo la lucidità di dribblare e di scaricare un rasoterra imprendibile nell’angolino. Forse d’ora in poi vedremo un Mattia Destro che non ci è stato ancora concesso di vedere in tutta la sua potenzialità.
BLERIM DZEMAILI – In 13 muinuti ha fatto più tiri verso la porta che tutti i centrocampisti del Bologna nell’intero campionato scorso. Aggiungiamo l’assist in corsa per il gol di Destro. Che dire? In un attimo ha già dato la sua impronta alla squadra.
MIMMO MAIETTA E DANIELE GASTALDELLO – Largo ai giovani, obietterebbe qualcuno….eppure da lì in mezzo non si passa.
ROBERTO DONADONI – Ha potuto lavorare da subito con l’intera rosa ed effettivamente l’inserimento dei giovani talenti arrivati nell’ultimo mercato ha del prodigioso. I meccanismi del gioco offensivo sembrano collaudati da anni e invece stiamo parlando di ragazzi che hanno appena imparato a conoscersi. Qui la mano dell’allenatore si vede veramente.
IL TABELLONE DEL DALL’ARA – Finalmente funziona come si deve e offre immagini, sintesi di partite, informazioni puntuali. Quando si deciderà a far scorrere il cronometro anche nei minuti di recupero sarà perfetto.
I PEGGIORI
IL CROTONE – Che Polli! Erano stati graziati via via dai pali, da fuorigioco millimetrici, da gravi sviste arbitrali. Avevano tenuto botta fino all’85° e poi sono andati a prendere gol in contropiede a campo spalancato. Ingenuità da debuttante assoluta.
NWANKWU SIMY – Mamma mia che tristone (lo dico con affetto)! Il lunghissimo e goffo nigeriano è stato l’anno scorso il miglior marcatore della serie B portoghese con 20 gol. Pare che sia costato un milione di euro. Ma perché ci si ostina a pescare in mercati esotici e, risparmiando, non si lanciano i giovani del vivaio che peggio di così non possono fare?
LA SERIE B PORTOGHESE – Se Simy è stato l’ultimo capocannoniere, mi immagino il livello.
L’INVASIONE DELLE FORMICHE ALATE IN TRIBUNA – Certo, in curva e nei distinti i tifosi si sono beccati la pioggia, ma vi assicuro che anche i “milordini” e i giornalisti di alcune file hanno avuto i loro bei problemi.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy