Bologna, che crollo: solo 3 punti nelle ultime 6 partite

Bologna, che crollo: solo 3 punti nelle ultime 6 partite

La difesa fa acqua da tutte le parti: periodo nerissimo per il Bologna

di Tommaso Ferrarello

Il Bologna dell’ultimo periodo è in crisi nera: soltanto 3 punti nelle ultime 6 giornate. Statistiche parecchio allarmanti per i ragazzi di mister Donadoni, che, da Natale ad oggi, sono riusciti a vincere soltanto una partita: 3-0 casalingo col tutt’altro che irresistibile Benevento, risalente al 21 gennaio scorso. Il dato preoccupante, però, è rappresentato dal fatto che persino i campani, ultimi in classifica e reduci da una prima metà di stagione horror, sono riusciti a fare meglio, raccogliendo 7 punti nelle ultime 6.

Il ruolino di marcia dice 2 sconfitte in casa contro Udinese, Fiorentina e 3 esterne contro Torino, Napoli e Inter. Il Bologna dello scorso anno, per esempio, aveva gli stessi punti di oggi, pur avendo giocato una partita in meno. Inoltre, quel Bologna, concluse il campionato in modo tutt’altro che positivo, posizionandosi 15esimo dopo una stagione noiosa e incolore, ai limiti del fastidioso.

Dal punto di vista tattico è il reparto difensivo quello più in difficoltà: sempre prendendo in considerazione le ultime 6 gare, il Bologna ha subito ben 12 gol. Troppi per una società che ambisce a chiudere la stagione nella parte sinistra della classifica. Donadoni ha più volte provato a cambiare interpreti, ma le difficoltà non sono affatto diminuite, anzi. Il tecnico rossoblù è passato dall’affidabile coppia di inizio campionato, Gonzalez-Helander, De Maio-Helander per poi provare Gonzalez-De Maio nell’ultima trasferta in terra nerazzurra, ma i problemi sono tutt’altro che risolti. Fa ulteriormente strano pensare che, l’unica vittoria, tra l’altro senza subire gol, sia arrivata quando in campo c’era ancora ‘Mimmo’ Maietta, ora passato all’Empoli.

La squadra è anche apparsa svariate volte poco grintosa e cattiva, con l’impressione generale di scendere in campo con l’intento di accontentarsi. Contro Fiorentina, Udinese e Inter sarebbe bastata un po’ più di malizia e sana cattiveria agonistica per portare a casa anche solo 1 punto. Incommentabile ancora oggi la partita d’andata persa a S. Siro contro un Milan lontanissimo dai fasti passati e altamente alla portata dei rossoblù.

Servirà grande impegno e notevole determinazione da parte di tutti per cambiare questo trend negativo e per uscire da quella che sembra una crisi senza vie d’uscita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy