Bologna rullo compressore in trasferta

Bologna rullo compressore in trasferta

Il Bologna di Roberto Donadoni ha stabilito un primato nelle vittorie esterne, ben quattro su cinque, grazie ad un solido reparto difensivo ed uno stile di gioco impeccabile. Domenica con la Sampdoria ci si aspettano i tre punti casalinghi che mancano da dicembre.

di Amos Segal

Il Bologna agli ordini di Roberto Donadoni ha stabilito un nuovo primato per questa stagione in corso, le vittorie in trasferta: come una potente flotta appartenente alle epoche d’oro della navigazione e dei grandi imperi del passato, la squadra felsinea si è aggiudicata ben quattro incontri esterni su cinque, portando nelle casse il 60% del bottino conquistato (12 su 20).

Ad onor del vero, bisogna aggiungere che pure l’esonerato Delio Rossi aveva ottenuto un successo fuori dalle mura amiche, il 2-1 a Modena maturato grazie alle segnature di Daniele Gastaldello e Adam Masina. Invece, l’uomo decisivo in queste giornate di gloria sui mari stranieri è sicuramente Emanuele Giaccherini, che ha segnato ben tre volte in trasferta (sulle cinque complessive in campionato). Altro fattore decisivo è il reparto difensivo, il quale non ha permesso a nessuno di passare la linea della porta sorvegliata da uno strepito Antonio Mirante, che ormai è candidato verso un posto in Nazionale in vista degli Europei di quest’anno in Francia.

Il 7 novembre sono arrivati i primi tre punti fuori casa con l’Hellas Verona (0-2) e, dopo il pareggio interno con la Roma (2-2), il primo stop contro il Torino all’Olimpico del capoluogo piemontese: da lì solo vittorie e imbattibilità dell’estremo difensore con i colpi corsari a Genova, a Milano e quello di ieri a Reggio Emilia contro i neroverdi del Sassuolo, vendicando così la sconfitta del 2013 (tra l’altro in quella gara il Bologna fece gol e perse 2-1, mentre in questa vittoria non ha subito conclusioni avversarie).

Sistemata la pratica dei tre punti fuori casa, domenica prossima il Bologna è chiamato ad affrontare la Sampdoria, reduce da una brutta sconfitta interna contro il Napoli capolista (2-4): quale migliore chance per tornare a far scaldare i cuori della tifoseria sugli spalti del “Dall’Ara” e fare bottino pieno di fronte ai propri sostenitori, che anche ieri hanno dato una lezione di tifo accompagnando in 3000 la squadra e tifando “come in casa”. La vittoria interna manca dal 6 dicembre, quando ci fu il clamoroso e splendido 3-2 sul lanciatissimo Napoli, punito da una bella doppietta di Mattìa Destro (anche ieri pericoloso) ed elevazione di testa di Luca Rossettini (per lui due segnature in stagione).

Quindi avanti Bologna, senza paura, per continuare a regalare soddisfazioni ad un pubblico tra i più grandi che vuole tornare a sognare e vivere in grande.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy