Bologna, all’orizzonte il modulo a due punte?

Bologna, all’orizzonte il modulo a due punte?

Donadoni potrebbe affiancare un altro attaccante a Mattia Destro.

Donadoni continua a lavorare per migliorare il rendimento dell’attacco del Bologna. Con l’infortunio Verdi e Sadiq, lo scarso rendimento di Floccari e il calo di Krejci, i rossoblu dipendono troppo da Mattia Destro che ancora non ha dimostrato di essere quel bomber implacabile capace di vincere le partite da solo o almeno di garantire un numero di gol sufficiente per la salvezza. Il solo Destro quindi non basta.

Il tecnico rossoblu sta quindi lavorando su una soluzione tattica diversa per aiutare il numero 10, spesso troppo isolato, e allo stesso tempo per rendere più efficace il gioco del Bologna: il 4-3-1-2. Con le due punte il potenziale offensivo sarebbe più elevato e Destro avrebbe una spalla con cui sfruttare al meglio le sue caratteristiche. Dietro gli attaccanti, sulla linea della trequarti giocherebbe Dzemaili, o in caso di necessità anche Nagy. Per ora il modulo a due punte resta solo un ipotesi, anche perchè al momento non ci sono i giocatori per metterlo in pratica, ma in gennaio se dovesse arrivare un altro attaccante e con il rientro di Sadiq si potrebbe davvero sperimentare questo nuovo sistema.

Donadoni ha infatti chiesto un attaccante e un esterno, due pedine che Bigon proverà ad acquistare nel mercato di gennaio. Lo riporta Il Corriere di Bologna.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy