Bologna, al via il ritiro a Castelrotto

Bologna, al via il ritiro a Castelrotto

E’ iniziato ufficialmente ieri il ritiro del Bologna in quel di Castelrotto, un piccolo comune della provincia di Bolzano, che si trova all’interno del parco naturale dello Sciliar. La squadra alloggia al PostHotel Lamm e verso le 17 di ieri è scesa in campo. La prima amichevole si svolgerà nella giornata di mercoledì contro lo Seiser Alm, una squadra di dilettanti, e sarà possibile seguirla al prezzo di 10 euro. 

La scelta del luogo è singolare e nasce dalla conoscenza di Stefano D’Apolito, manager della Sud Tirol Event, con Claudio Fenucci, infatti i due avevano avuto modo di lavorare assieme alla Roma. D’Apolito si mise in contatto con Fenucci proponendo di organizzare il ritiro del Bologna proprio a Castelrotto nel caso in cui il club rossoblù fosse approdato nella massima serie. E così è stato, quindi per quest’anno e per i prossimi due il Bologna sarà in ritiro a Castelrotto; infatti l’obiettivo del presidente dell’associazione turistica di Castelrotto Martin Plunger, dell’assessore al turismo Raimond Zemmer, e dell’organizzatore logistico, Michael Senoner, è quello di attirare circa un migliaio di tifosi e arrivare a fatturare un milione e mezzo di euro. Non è tuttavia la prima volta che una squadra di serie A sceglie questa location per il ritiro, nel 2005-2006 e nel 2007-2008 fu il turno rispettivamente di Roma e Fiorentina.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy