Bologna a caccia di occasioni

Bologna a caccia di occasioni

Il Bologna, dopo lo stallo per Ramirez, è concentrato sul mercato in uscita. Due gli acquisti fino ad ora, il terzo potrebbe essere un’occasione prodotta dal mercato. Si lavora a costi bassi e senza frenesia

Zuniga e Floccari. Sono loro, per il momento, i due acquisti che Pantaleo Corvino ha messo a disposizione del tecnico Roberto Donadoni. Per staff tecnico e società, due innesti importanti e di esperienza, esattamente quello che richiedeva il mister e probabilmente mancava alla rosa. Come sappiamo, il budget per il mercato di gennaio è risicato, dopo i tanti investimenti fatti in estate, Saputo ha optato per il risparmio in attesa di poter sfoggiare qualche altro colpo importante in estate.

Si è tentato di arrivare a Gaston Ramirez, la trattativa è stata serrata ma la fumata nera sembra sempre più vicina. Il Bologna non si è mosso dalla sua posizione e i presupposti per arrivare al sì da parte di tutti sono venuti meno. Capitolo quasi chiuso. Questo lascerebbe pensare ad un Bologna attento su altri obiettivi, in parte è così, ma c’è anche la consapevolezza da parte della società che il mercato sta offrendo poco, sia in termini di giocatori incisivi e pronti, sia come prezzi. Ecco allora che Corvino resta guardingo a caccia di una occasionassima, una operazione soddisfacente a livello tecnico ma non troppo onerosa a livello economico. Tradotto significa che il Bologna potrebbe anche concentrarsi sul mercato in uscita. Per la società Floccari e Zuniga sono considerati innesti importanti, che ampliano il ventaglio di alternative a Donadoni, e se non dovesse arrivare l’occasione sul mercato si potrebbe anche restare così. In attacco, o si riesce ad arrivare ad un nome importante con costi ridotti, oppure si sfrutteranno anche i rientri di Brienza e Rizzo, in mediana, se il mercato dovesse offrire un nome importante a costi minimi ci si penserà. Tra i papabili non dovrebbe esserci Kuzmanovic, molto vicino all’Udinese. Più papabili Jose Mauri e Gutierrez.

Per quanto riguarda l’attacco, nelle ultime ore sono usciti i nomi di Zarate, che sembra sempre più vicino alla Fiorentina, e di Pandev, non cercato dai rossoblù ma offerto dal Genoa. Il primo è un giocatore non semplice da gestire, che potrebbe anche modificare gli equilibri nello spogliatoio e per questo viene difficile pensare ad un suo innesto nel Bologna, il secondo invece è un giocatore ormai a fine carriera, esperto, certo, ma con l’arrivo di Floccari quella lacuna è già stata colmata. Capitolo Biabiany. L’unica speranza, senza ancora aver trattato l’argomento costi, è che l’Inter acquisti un attaccante a gennaio lasciando libero il francese. Situazione che potrebbe protrarsi fino agli ultimi giorni di mercato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy